Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Braccialetti elettronici anti-stalker, via alla petizione per arginare la violenza sulle donne

CONDIVIDI

petizione braccialetti elettroniciUna petizione per introdurre i braccialetti elettronici anti-stalker.

E’ il quotidiano “Il Tirreno” ad aver avviato la raccolta firme sulla nota piattaforma “Change.org”, con l’obiettivo di favorire l’introduzione di uno strumento che potrebbe rivelarsi decisivo per arginare la violenza sulle donne.

Da tempo il noto quotidiano è in prima linea in questa battaglia, assieme ad altre che prevedono sempre l’introduzione di misure di prevenzione della violenza.

Come riportato dallo stesso quotidiano nel testo della petizione, “dal 2013 la legge consente di controllare a distanza con dispositivi elettronici stalker e violenti; dal 2015 lo Stato ha i braccialetti elettronici anti-stalker e paga per l’utilizzo, ma non li usa”.

Negli ultimi 10 anni uccise 1740 donne 

Uno stallo che deve essere assolutamente sbloccato, visti gli ultimi dati che evidenziano come la violenza sulle donne sia una vera e propria piaga nel nostro Paese. Basti pensare che negli ultimi dieci anni sono 1740 le donne uccise in Italia, mentre da 2016 i femminicidi sono stati circa 130.

Ma non è tutto. Come riportato nella petizione del “Tirreno”, i dati ISTAT evidenziano anche come 6 milioni 788 mila donne abbiano subìto nel corso della propria vita una forma di violenza fisica o sessuale, mentre almeno una donna su tre nel 2014 ha dichiarato di aver temuto per la propria vita.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram