Assolti i poliziotti accusati di pestaggio al tifoso del Brescia Paolo Scaroni: “Sono schifato, ma continuerò la mia lotta”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:58

La Corte d’Appello di Venezia ha assolto i sette poliziotti accusati di aver pestato Paolo Scaroni, il tifoso del Brescia rimasto invalido al 100% dopo gli scontri in stazione a Verona nel 2005. Scaroni: “Sono schifato”.

Sono stati assolti per insufficienza di prove i sette poliziotti che nel 2005 furono accusati di pestaggio nei confronti di Paolo Scaroni, tifoso del Brescia. Il fatto risale al settembre del 2005, quando Scaroni andò in coma riportando ferite gravi in seguito a scontri fra tifosi e poliziotti avvenuti alla stazione di Verona. L’uomo è poi uscito dal coma, ma è rimasto invalido al 100%.

La Corte d’Appello di Venezia ha assolto i sette poliziotti, dopo che il procuratore generale in aula aveva chiesto le condanne a sette anni di reclusione per tutti gli agenti.

Paolo Scaroni: “Sono schifato, ma continuerò la mia lotta”

Durissima la reazione di Paolo Scaroni su questo esito giudiziario: “Sono schifato, ma continuerò la mia lotta. È stata fatta una ricostruzione perfetta di quanto accaduto, ma non è bastato per arrivare ad una condanna che renderebbe giustizia”.

Il tifoso del Brescia ha deciso di andare avanti e di affidarsi al ricorso della Procura Generale di Venezia: “Se fa ricorso in Cassazione io ci sono e lo spero, nel frattempo continuo la mia battaglia al fianco di Amnesty International perché gli agenti di polizia abbiano il numero identificativo sul casco così da evitare un nuovo caso come il mio”.