Poliziotto gravemente ferito in strada, accoltellato ripetutamente da un uomo

carabinieri

Un agente è ricoverato in gravi condizioni: intervenuto per sedare una lite è stato accoltellato più volte riportando diverse ferite

E’ in condizioni molto gravi un poliziotto del Reparto Volanti, in seguito ad un accoltellamento compiuto da un pregiudicato. L’episodio è avvenuto a Tor Bella Monaca, in via Cochi: sul posto è intervenuta un’ambulanza che ha trasportato d’urgenza l’agente al policlinico Casalino dove i medici hanno riscontrato ferite multiple provocate da una lama con la quale un uomo lo ha colpito ripetutamente; si ritiene che il pregiudicato fosse sotto effetto di stupefacenti anche se tutte le ipotesi restano al momento aperta: i primi a soccorrere il poliziotto sono stati i colleghi che hanno allertato il 118. Le sue condizioni sono serie, pur non essendo in pericolo di vita: i medici sono riusciti a stabilizzarlo per poi trasferirlo in un altro ospedale, il policlinico Umberto I dove è stato sottoposto ad un intervento chirurgico d’urgenza.

La ricostruzione dei fatti e l’identità dell’aggressore

Secondo una prima ricostruzione dei fatti l’agente era stato allertato in seguito ad un acceso litigio tra marito e moglie in fase di separazione. L’episodio si è verificato in una tabaccheria dove, nel tentativo di sedare la lite, è stato accoltellato. L‘aggressore è già stato fermato e arrestato e l’arma utilizzata, un coltello da 20 centimetri è stata sequestrata. L’uomo è stato identificato: si tratta di Pietro Maruca, il padre del 18enne Manuel che perse la vita nel 2016 mentre fuggendo dalle volanti della polizia andò a imboccare contromano la rampa che da via Tor Bella Monaca porta al Raccordo Anulare. La morte arrivò in seguito ad un frontale contro un’auto.