Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

L’ex Ministro dell’Interno Marco Minniti sul caso Sea Watch: “L’alternativa ai nazional-populisti non può essere accogliamoli tutti”

CONDIVIDI

In un’intervista rilasciata a ‘La Stampa’, l’ex Ministro dell’Interno Marco Minniti ha rilasciato alcune dichiarazioni sul recente caso della Sea Watch: “La risposta ai populisti non può essere accogliamo tutti i migranti”.

Torna a parlare l’ex Ministro dell’Interno Marco Minniti (PD). Lo fa in un’intervista rilasciata a ‘La Stampa’ con alcune dichiarazioni sul problema immigrazione e sul recente caso riguardante la Sea Watch. Per Minniti, il governo attuale non governa la questione, ma punta tutto su una strategia comunicativa per far sembrare il problema immigrazione più grande di quello che è: “Per questo governo l’immigrazione non è una grande questione da governare: è da cavalcare, come una continua emergenza. Il ministro dell’Interno e il governo puntano tutto su quella che definirei una strategia della tensione comunicativa. Oggi non c’è un’emergenza e tuttavia ci si comporta come se fossimo davanti ad una drammatica invasione”. E ancora: “L’emergenza è stata creata ad arte”.

Per l’esponente del PD, però, non è possibile neanche accogliere tutti i migranti sul suolo italiano: “La risposta ai populisti non può essere accogliamo tutti i migranti”.

Marco Minniti non risparmia critiche all’Unione Europea: “L’Europa ha dimostrato di essere una piccola Europa”

Per Marco Minniti le colpe di questa situazione non sono solo di Salvini e dell’attuale governo, ma anche dell’Europa: “Se l’Italia si è dimostrata piccolissima, l’Europa ha dimostrato di essere una piccola Europa. In tre settimane una nave con a bordo 42 persone – non 4200 e neppure 400 – è diventata il pretesto per tenere un Paese sul filo del rasoio. In un Paese normale una vicenda come questa viene risolta in cinque minuti, perché viene inquadrata dentro una strategia complessiva”.

Infine, Minniti si è soffermato sulla sua opera di contrasto all’immigrazione clandestina durante il suo mandato: “Le Ong hanno un obiettivo fondamentale: salvare le vite in mare. Noi, come stato, avevamo l’obiettivo di garantire la sicurezza sul territorio nazionale. Ci siamo coordinati in una comune assunzione di responsabilità. E i risultati si sono visti”.

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram