Adriana Volpe sul suo rapporto con la Rai: “Ho ricevuto una lettera di richiamo”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:16

Attraverso le pagine del settimanale “Chi”, Adriana Volpe parla del rapporto, tutt’altro che idilliaco, con la Rai.

I rapporti tra Adriana Volpe e la Rai continuano ad essere molto tesi. Tutto è iniziato quando la conduttrice, in seguito alle tensioni avute con il collega Giancarlo Magalli, ha protestato contro Rai 2 per la cancellazione dal palinsesto di “Mezzogiorno in famiglia”, che conduceva con Massimiliano Ossini. Attraverso le pagine del nuovo numero del settimanale “Chi”, in edicola a partire da oggi, Adriana rivela di avere ricevuto una lettera di richiamo, da parte della Rai, dopo il botta e risposta delle ultime settimane:

“La cosa che più mi ha ferita è che quando ho provato a denunciare quello che stava accadendo, come risposta ho ricevuto una lettera di richiamo, con invito ad abbassare i toni e a evitare di parlare con la stampa. Se quest’anno non dovessi più lavorare, che messaggio darà la Rai ai suoi dipendenti e all’opinione pubblica? Guardando la mia storia si capisce perfettamente che, se denunci, si corre il rischio di essere allontanati e infine lasciati a casa”.

Adriana Volpe su Giancarlo Magalli: “Sono i fatti a parlare”

Infine, Adriana lancia nuove accuse a Giancarlo Magalli:

“Per quasi due anni mi ha dato della millantatrice, raccontando in giro che non lo avevo mai querelato. Ha perseverato a denigrarmi non appena ha potuto. Basti pensare a quando, ospite da Massimo Giletti su La 7, riferendosi a me ha detto: “Non parlo con le bestie”.

Maria Rita Gagliardi