Donna incinta pugnalata a morte a Londra: il bimbo che stava aspettando è morto dopo quattro giorni

Ieri una donna di 26 anni, incinta, è stata pugnalata a morte. I sanitari hanno fatto nascere il suo bambino: non è detto che il piccolo sopravviva

Ieri, intorno alle ore 03:30, una donna di 26 anni è stata uccisa a pugnalate nella zona sud di Londra. La donna era incinta di otto mesi e, nonostante il personale medico abbia tentato di salvarla, purtroppo è spirata. Il suo bambino è nato ed è stato traportato in ospedale. Anche il piccolo rischia di morire e versa tuttora in condizioni critiche. Si pensa che l’autore del delitto sia un uomo di 37 anni, che è stato arrestato dagli agenti.

Donna incinta uccisa a Londra, il suo bambino lotta per vivere

Si chiamava Kelly-Mary Fauvrelle la donna di 26 anni che ieri notte ha perso la vita a Londra. La donna è stata accoltellata forse da un uomo di 37 anni, che adesso è stato arrestato dalla Polizia ed è stato accusato di omicidio. La donna viveva nel sobborgo di Croydon (che si trova a circa 15 km da Londra) ed era incinta di 8 mesi. Per lei non c’è stato nulla da fare, ma forse il suo bambino potrà vivere. Il piccolo è stato fatto nascere e adesso sta lottando per farcela presso l’ospedale in cui è stato ricoverato. Metro.co.uk ha riportato le dichiarazioni del detective Mick Norman, che ha espresso vicinanza nei confronti della famiglia di Kelly-Mary.

Donna incinta uccisa a Londra, anche un ragazzo di 20 anni ucciso a coltellate

Oltre a Kelly Mary Fauvrelle, anche un’altra persona è morta nella stessa notte dopo essere stata accoltellata: parliamo di un ragazzo di 20 anni che è stato trovato morto in strada, nell’East Ham. È accaduto alle 23:00 (ora locale), cioè a mezzanotte ora italiana. La Polizia non ha ancora trovato il responsabile ma Scotland Yard è impegnata, in queste ore, nella ricerca dell’assassino. Sabato scorso il corpo di Erik Sanfilippo, ragazzo toscano di 23 anni trasferitosi a Londra per lavoro, è stato rinvenuto all’interno di un cassonetto nella zona nord di Londra. Una scia di sangue che attanaglia la capitale della Gran Bretagna e che sembra non avere fine e che conta cinque uccisioni in appena sei giorni.

AGGIORNAMENTO 3 LUGLIO:

Il piccolo fatto partorire alla madre uccisa a pugnalte non ce l’ha fatta.

Le sue condizioni d’altra parte erano disperate – il piccolo è stato di fatto estratto dalla madre, incinta di otto mesi – e quest’oggi è giunta la triste notizia.

E’ stato il detective Mick Norman, che sta seguendo il caso, ad annunciarlo stamane: “Stamattina, abbiamo avuto la triste notizia che il figlio di Kelly, Riley, è morto in ospedale. Il nostro pensiero va alla loro famiglia. Questo tragico sviluppo rende anche più improtante che chiunque abbia informazioni ce le dia con la massima urgenza. Abbiamo rilasciato un filmato e abbiamo necessità di sapere chi è l’uomo nel filmato, anche per eventualmente scagionare chi abbiamo preso (sono stati arrestati due uomini, ndr). Ho necessità di sapere chiunque sappia chi esso sia”.

Nel video si vede un uomo che cammina nella zona del delitto intorno alle 3.11 di mattina.

Maria Mento (aggiornamento R.D.V.)