Elicottero si schianta in mare dopo il decollo: morto il miliardario donatore di Donald Trump

morto chris cline

Sono sette le vittime dell’incidente di un elicottero avvenuto alle Bahams: il velivolo si è schiantato in acqua. Tra i morti anche il magnate Chris Cline

Uno schianto terribile avvenuto pochi minuti dopo il decollo, che non ha lasciato scampo alle sette persone, quattro uomini e tre donne, che si trovavano a bordo. Devono essere ancora identificati i corpi delle vittime del drammatico incidente che ha coinvolto un elicottero Agusta AW139, finito nell’oceano. I soccorritori sono convinti che una delle persone decedute sia il miliardario filantropo Chris Cline, noto in passato come il re del carbone e molto conosciuto anche per essere un donatore di Donald Trump e dei repubblicani. La conferma ufficiale della morte del 61enne è arrivata dal legale dell’uomo Brian glasser mentre la chiesa battista del West Virginia, della quale Cline era membro, avrebbe confermato la morte della figlia più giovane del miliardario. Al momento non sono note le cause dell’incidente avvenuto alle Bahamas: l’elicottero era diretto in Florida, con atterraggio previsto a Fort Lauderdale, ma a due miglia dall’isola di Gran Cay è precipitato schiantandosi in acqua.

L’impero del carbone costruito dall’età di 21 anni

In tanti ricordano Cline come un mecenate generoso ed un imprenditore visionario, un vero capitano lungimirante come lo ha definito il presidente locale dell’associazione del carbone Bill Raney. Mentre il governatore Jim Justice ha aggiunto: “Abbiamo perso una superstar”. Cline aveva creato l’impero del carbone dall’età di 21 anni, quando ereditò dal padre le miniere di carbone. Ma il miliardario aveva mosso i primi passi nel mondo del lavoro sin dall’età di 6 anni quando il padre gli chiedeva di riempire sacchi di terra che sarebbero poi stati utilizzati nelle esplosioni.