Manda frecciate ai colleghi di partito ma si riposa al sole: lo scoop di Leggo su Renzi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:56
Renzi
(Getty Images)

L’ex leader del PD Matteo Renzi ha pubblicato una lettera d’accusa ai colleghi di partito, criticando la linea tenuta sulla questione migranti e sullo ius soli. Intanto si gode una vacanza in Valgardena con la moglie.

Sebbene Matteo Renzi non sia più il leader del Partito Democratico, ruolo affidato adesso a Nicola Zingaretti, la sua posizione ha ancora un’influenza notevole sulle dinamiche interne al PD. Prima di andare in vacanza, l’ex premier ha voluto condividere il proprio pensiero sull’operato dell’ultimo periodo in una lettera quest’oggi pubblicata su ‘Repubblica‘. Nella missiva critica il governo Gentiloni per come ha gestito il fenomeno migranti e la tematica delicata dello Ius Soli.

Per Renzi il calo dei consensi nasce nel momento in cui: “Si esaspera il tema arrivi dal Mediterraneo e si discute lo Ius soli senza avere il coraggio di mettere la fiducia come avevamo fatto sulle unioni civili”. Insomma l’attacco di Renzi è rivolto al suo successore Gentiloni e all’allora ministro dell’Interno Minniti.

Renzi si riposa al sole, mentre il PD risponde alla sua lettera

La pubblicazione dell’attacco ha generato ovviamente delle reazioni all’interno del PD:  Calenda ad esempio ricorda all’ex segretario che le leggi che critica sono state approvate con lui al comando del partito e che, quando era in carica Gentiloni, l’emergenza era tutt’altro che ingigantita. Ci si immaginerebbe dunque che quest’oggi le due anime del Partito Democratico si siano scontrate in aula o alla sede del partito, ed invece Matteo si gode il sole in compagnia della moglie. L’ex premier è stato fotografato da ‘Leggo‘ mentre sdraiato si godeva il tepore estivo dalla Valgardena. Insomma la lettera è stato un modo per fare un punto prima delle meritate vacanze , ma anche per fare capire che al ritorno sarà più agguerrito di prima

Ecco la foto di Renzi mentre riposa accanto alla moglie scattata da ‘Leggo’