Lega e Movimento 5 Stelle litigano anche sull’eutanasia. Entro il 27 settembre serve una legge

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:32

eutanasia lega movimento 5 stelleLa maggioranza di governo è nuovamente spaccata. 

Stavolta Lega e Movimento 5 Stelle si mostrano fortemente distanti sul tema dell’eutanasia, ovvero il suicidio assistito, che viene richiesto ogni anno da centinaia di persone che si rivolgono alle strutture svizzere per mettere fine alle loro esistenze.

Il Carroccio e i pentastellati avrebbero dovuto presentare un disegno di legge unico, ma dopo un’iniziale calendarizzazione per il 24 giugno si è deciso di rinviare a luglio la discussione alla Camera, probabilmente per prendere tempo viste le differenze di vedute.

Tuttavia, come riportato dal quotidiano “La Repubblica”, sembra che la discussione sul tema non sia presente nemmeno nel calendario di settembre.

Legge deve arrivare entro il 27 settembre 

Un dettaglio molto preoccupante, visto che entro il 27 settembre, stando a quanto sentenziato dalla Corte Costituzionale, il Parlamento è chiamato a dare una legge al Paese su un tema così delicato.

Questo “stallo” si verifica proprio per le posizioni molto differenti tra le due forze che compongono la maggioranza che sostiene il governo Conte. Da una parte c’è il Movimento 5 Stelle, che pensa ad una legge che dia il via libera alla dolce morte “a maggiorenni, malati terminali non psichiatrici e in ospedali pubblici”; dall’altra c’è invece la Lega, che invece è intenzionata a togliere anche il riconoscimento della libertà di scelta e di cura nel fine vita, reintroducendo l’obbligo di nutrizione e idratazione.