Tenta di battere il record mondiale di immersione profonda, morto il famoso sub

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:17

sub morto nel garda

Un noto sub è morto nel tentativo di battere il record di immersione a 333 metri di profondità. L’uomo non è più risalito

Voleva conquistare il record mondiale di immersione ad una profondità di 333 metri ma la sua impresa è finita tragicamente. E’ deceduto il sub polacco Sebastian Marczewski: ha perso la vita nel lago di Garda, nella zona del comune di Tignale, durante una discesa di allenamento per prepararsi al tentativo di battere il record. Purtroppo il famoso sub non è più riemerso: solo dopo diversi minuti il suo corpo è stato localizzato ad una profondità di 150 metri circa. Il suo obiettivo era quello di battere il record di Ahmed Gabr conquistato nel 2016 quando il sub egiziano si era spinto a 332 metri di profondità nelle acque del Mar Rosso.

Il sub recuperato a 150 metri di profondità

Per raggiungere queste profondità è possibile utilizzare bombole di ossigeno ma si tratta comunque di una vera e propria impresa che richiede sangue freddo, concentrazione e tanto allenamento. Sebastian è il quarto sommozzatore a perdere la vita, nell’arco di soli tre anni, nel Benaco. Nel 2017, al largo di Campione, il sub aveva raggiungo i 240 metri di profondità. Non a caso aveva scelto il Garda: appena fuori Limone la profondità aumenta rapidamente. Lo sportivo nato e cresciuto nella cittadina di Stalowa Wola, a 250 km da Varsavia, avrebbe dovuto raggiungere la zona X con una piattaforma galleggiante per poi immergersi con l’aiuto di pesi. Qualcosa è andato storto e purtroppo per lui non c’è stato nulla da fare.

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!