Bombola del gas va a fuoco: donna la lancia dal secondo piano, strage sfiorata

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:06

vigili del fuoco

Strage sfiorata a Gela dove una donna ha lanciato la bombola del gas in fiamme del balcone di casa rischiando di farla esplodere

Si è davvero rischiata la strage a causa del pericoloso gesto di una donna, andata completamente nel panico. E’ accaduto alla periferia di Gela, in via Metastasio, sita nel quartiere Margi, dove una casalinga, dopo essersi accorta che la bombola del gas stava prendendo fuoco, terrorizzata l’ha lanciata dal secondo piano del balcone della propria abitazione. Un gesto estremamente pericoloso che avrebbe potuto provocare l’esplosione della bombola, finita sull’asfalto di via Paladino ancora in fiamme. Fortunatamente non si è verificata alcuna deflagrazione, che avrebbe potuto squarciare parti di edifici e provocare vittime o feriti e nessuno, inoltre, stava transitando in quel momento.

Bombola in strada, sfiorata la strage

Per la donna solo una lieve bruciatura alla mano e tanto spavento: sul posto, oltre ai sanitari, sono giunti anche i vigili del fuoco del vicino distaccamento che hanno lavorato per mettere la bombola in sicurezza per poi portarla via. Nel mese di giugno, nella stessa cittadina, era esplosa una bombola del gas in un mercato rionale di via Madonna del Rosario: veniva utilizzata da un ambulante per il suo camioncino di vendita polli allo spedo e patatine. L’esplosione provocò la morte di due persone, decedute il giorno dopo l’incidente a causa delle gravissime ustioni riportate, mentre altre venti rimasero ferite.