Ritratti di persone sorridenti? Quasi inesistenti. E la ragione è semplice

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:16

Ritratti di persone sorridentiPerché i soggetti dei ritratti sono spesso seri? La mancanza quasi totale di soggetti sorridenti nei dipinti di età classica e anche in quelli moderni è più semplice di quanto si possa pensare.

Se si esclude il sorriso enigmatico della Monnalisa nell’iconico dipinto di Leonardo, si fatica a pensare ad un soggetto ritratto che si mostri con un’espressione allegra o quanto meno serena. Il motivo di tale mancanza potrebbe essere attribuita alla solennità dello scopo che quel ritratto aveva (tramandare ai posteri l’immagine del soggetto), o semplicemente ad un costume tipico delle epoche passate in cui il sorridere non era visto come un segno di amicizia ma soprattutto come espressione della bellezza del soggetto raffigurato.

Possibile dunque che nelle epoche precedenti alla nostra, in cui il sorriso perfetto nelle foto e nei selfie è considerato imprescindibile per la riuscita delle stesse, si considerasse il sorriso come sconveniente o poco piacevole da osservare? La verità è un’altra e la motivazione è priva di qualsiasi condizionamento sociale, storico o antropologico: rimanere in posizione sorridente per tutto il tempo necessario a completare il ritratto era (ed è) una fatica enorme, senza considerare che l’affaticamento dei numerosi muscoli coinvolti per mantenere l’espressione desiderata costringevano il soggetto a modificarlo durante il tempo di posa.

Il sorriso nei ritratti, gli esempi che fornisce l’arte

Ciò nonostante ci sono alcuni esempi di ritratti in cui i soggetti sorridenti, per la maggior parte di tratta di sorrisi appena accennati (come quello della Monnalisa appunto), ma ce ne sono alcuni in cui il pittore ha provato a cogliere l’essenza della felicità nei soggetti ritratti. Se siete interessati all’argomento o semplicemente vi è venuta curiosità di vedere di quali ritratti stiamo parlando, vi consigliamo di leggervi l’articolo di ‘CNN News’ che tratta la questione in maniera più approfondita e specifica.