Home Spettacolo Cinema

Tinto Brass, il re del cinema erotico italiano ha avuto un malore. Per lui prognosi riservata

CONDIVIDI

Tinto Brass, 86 anni, è stato ricoverato all’Ospedale Sant’Andrea di Roma a causa di un malore che lo ha colpito. Le sue condizioni sarebbero gravi: è in terapia intensiva

Tinto Brass, il regista considerato il re del cinema erotico italiano, è in ospedale. Sono ore di apprensione per la salute del regista, 86 anni, le cui condizioni sarebbero gravi: Brass è stato ricoverato nel reparto di Terapia intensiva dell’Ospedale Sant’Andrea di Roma, con prognosi riservata. Il ricovero è avvenuto a causa di un malore. Con lui c’è la moglie Caterina Varzi, che così si  espressa ai microfoni del Corsera: “Stanno facendo degli accertamenti, si tratta di un momento delicato e deve stare sotto osservazione“.

Tinto Brass ricoverato in ospedale, il malore ha colpito il regista lunedì sera

Nella serata di lunedì scorso Tinto Brass si è sentito male, poco dopo cena. Il regista è stato assalito da una febbre improvvisa e per questo è stato prontamente ricoverato in ospedale, a Roma. È stata la moglie, Caterina Varzi, a chiamare l’ambulanza. I medici stanno ora compiendo tutti gli accertamenti del caso ma la sua prognosi, al momento, rimane riservata. Nel 2010, 9 anni fa, Tinto Brass era stato colpito da un ictus che gli aveva causato una momentanea perdita della memoria. Da quel problema di salute il regista si era completamente ristabilito.

Tinto Brass ricoverato in ospedale, una carriera che ha attraversato 60 anni di cinema italiano

Tinto Brass, classe 1933, ha iniziato una lunghissima carriera che va avanti ormai da quasi sessant’anni. Dopo essersi laureato in Giurisprudenza e aver lavorato presso la Cinematheque Française come archivista, ha iniziato la sua carriera nel cinema come aiuto regista di Alberto Cavalcanti e Joris Ivens. Dal 1963 in poi, anno dell’uscita del suo primo film (Chi lavora è perduto), il regista ha lavorato con le donne più belle del cinema italiano: Stefania Sandrelli (La Chiave), Francesca Dellera (Capriccio), Serena Grandi (Miranda), Anna Galiena (Senso ’45, con un giovanissimo Gabriel Garko nei panni di un ufficiale delle SS). Poco prima di accusate il malore che lo ha portato al recentissimo ricovero, Brass stava lavorando a una nuova versione di “Paprika, il film che nel 1991 ha visto il debutto di Debora Caprioglio.

Seguiranno ulteriori aggiornamenti su questa vicenda.

Maria Mento

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram