Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Caso Roberta Ragusa, 20 anni di carcere per il marito Antonio Logli: la Cassazione ha confermato la condanna

CONDIVIDI

La Corte di Cassazione ha confermato la sentenza che condanna Antonio Logli, il marito di Roberta Ragusa, a 20 anni di carcere per l’omicidio della moglie scomparsa nel nulla nel 2012

La Corte di Cassazione ha definito inammissibile il ricorso fatto dai legali di Antonio Logli contro la sentenza della Corte di Assise d’Appello di Firenze che nel 2018 ha condannato l’uomo a 20 anni di carcere per l’omicidio e la distruzione del cadavere di Roberta Ragusa, confermando definitivamente la condanna. Antonio Logli è apparso disperato e in lacrime dopo l’enunciazione del verdetto. “Sono disperato, non ho fatto nulla”, ha detto. L’uomo è stato trasferito nella casa circondariale di Livorno.

La Cassazione condanna Antonio Logli, ritenuto inammissibile il ricorso dei suoi legali

La notizia della conferma della sentenza che lo condanna a 20 anni di carcere, per l’omicidio e la distruzione del cadavere della moglie Roberta Ragusa, Antonio Logli l’ha ricevuta ieri in una località segreta di Pisa nella quale ha atteso- insieme alla figlia minore e a Sara Calzolaio (la sua nuova compagna)- che la Corte di Cassazione si pronunciasse definitivamente. È l’ultimo atto di una vicenda giudiziaria iniziata nel gennaio 2012, 7 anni fa, quando Roberta Ragusa scomparve nel nulla dalla sua casa di Gello a San Giuliano Terme (Pisa). Di lei non si hanno più avuto notizie da quel momento in avanti, e non è nemmeno mai stato ritrovato il suo cadavere. Fin dall’inizio i sospetti si concentrarono sul marito Antonio Logli, che da tempo tradiva la moglie con Sara Calzolaio, la ex tata dei figli che è divenuta la sua compagna ufficiale dopo la scomparsa della coniuge. “Non è giusto, non ho fatto niente non capisco perché”: sono state queste alcune delle dichiarazioni di Logli subito dopo aver appreso la decisione della Cassazione. Giudicato inammissibile il ricorso che i suoi legali hanno fatto contro la sentenza della Corte di Assise d’Appello di Firenze emessa nel 2018.

La Cassazione condanna Antonio Logli, la soddisfazione dei familiari di Roberta Ragusa

C’è commozione e anche soddisfazione tra i congiunti di Roberta Ragusa che sin da subito hanno creduto alla morte violenta della donna per mano del marito. I parenti di Roberta hanno accolto in lacrime la sentenza della Corte di Cassazione contro Antonio Logli. Una soddisfazione espressa anche da Maria Ragusa, cugina di Roberta Ragusa: “Finalmente si smetterà di dire che mia cugina era in giro a divertirsi. Mia cugina è morta, lo ha detto anche la Cassazione. Giustizia è fatta“. Disperazione, invece, sia per Antonio Logli sia per la compagna. Nella casa di Gello, quella casa che è stata anche di Robetta Ragusa, hanno atteso il verdetto della Corte di Cassazione il figlio maggiore della coppia e i genitori di Antonio Logli.

Maria Mento

Se vuoi essere aggiornato solamente sulle notizie di tuo interesse, è arrivata l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram