Home Tempi Postmoderni

Squali cannibali, immagini di un grosso esemplare squartato: “Si mangiano prima di nascere”

CONDIVIDI

Squali cannibaliSquali Cannibali: scene di squali che lottano ferocemente nell’oceano, prove di mutilazioni e uccisioni effettuate dai propri simili, questo e molto altro in un documentario che parla del cannibalismo di questi feroci predatori.

Un documentario di National Geographic mostra le lotte feroci tra gli squali nei pressi della Gold Coast dell’Australia. Recentemente, infatti, pare che siano aumentati gli attacchi di squali bianchi ai danni dei propri simili ed il documentario mira a spiegare il perché di questo fenomeno. In una delle scene di maggiore impatto di tutto il film si vedono due grossi esemplari che si scontrano in mezzo all’oceano, una lotta titanica che si conclude con la morte di uno di essi.

L’esemplare abbattuto è lungo circa 3,6 metri e presenta due segni di morsi all’altezza dello stomaco. Risulta evidente, dunque, come l’aggressore sia uno squalo della stessa grandezza: solo un esemplare di quelle dimensioni, infatti, avrebbe potuto causare un danno di tale portata ad un altro squalo.

Squali Cannibali: i motivi che spingono i predatori ad uccidersi

Gli squali sono diventati cannibali? Questa è la prima domanda a cui si risponde nel documentario. La verità è che gli squali sono per natura cannibali, per loro si tratta solamente di una preda come un altra e pare che si mangino tra loro sin da quando sono nello stomaco della madre: “Semplicemente cacciano, si tratta di una fonte di cibo”, spiega infatti l’esperto Papastamatiou che poi aggiunge: “Sono molto più semplici rispetto ai mammiferi che hanno ragioni più complesse per uccidere. E’ un fenomeno molto comune”.

Sul perché siano aumentati i casi di cannibalismo tra gli quali negli oceani che bagnano l’Australia ha risposto invece il professor Meekan. Il biologo, infatti, ritiene che le reti piazzate per evitare gli attacchi di squali agli umani intrappolino gli esemplari e rendano più facile agli altri cibarsi del proprio simile. Per questo motivo suggerisce che si trovi un’altra soluzione per proteggere i bagnanti ed evitare che gli squali si eliminino tra loro.

Scarica l'APP che ti invierà solo le notifiche per le notizie di tuo interesse!

✅ Scarica Qui x Android: TopDay_PlayStore
✅ Scarica Qui x OS: TopDay_AppStore

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram