Home Tempi Postmoderni Curiosità

Lady Diana, che fine ha fatto l’abito nuziale dopo la sua morte? La verità nel testamento

CONDIVIDI

lady diana matrimonio

In moltissimi si chiedono dove sia l’abito nuziale più famoso della storia dei matrimoni reali, quello indossato da Lady Diana nel giorno del suo matrimonio

Una delle domande che si pongono in tanti dal giorno della morte di Lady Diana è che fine abbia fatto il suo abito nuziale, considerato ad oggi uno dei vestiti di nozze più famosdi nella storia dei matrimoni reali. Del resto quel giorno, il 29 luglio del 1981, tutto il mondo seguì minuto dopo minuto l’arrivo della (futura) principessa Diana alla Cattedrale di Saint Paul per ammirare l’abito fiabesco da lei indossato per le nozze con il Principe Carlo. Con quel vestito Diana percorse la navata della cattedrale britannica per raggiungere il futuro sposo: un abito bianchissimo caratterizzato da uno strascico lungo 8 metri e con le maniche a sbuffo, fatto di taffetà di pura seta, color avorio, e impreziosito da pizzi antichi che ha fatto sognare milioni di persone. Le stesse che oggi si domandano dove sia finito e chi abbia ricevuto in eredità quello che è ad oggi considerato una vera e propria icona.

La verità sull’abito nuziale, ecco a chi appartiene

La verità è racchiusa nel testamento di Lady Diana. La principessa specificò infatti a chi sarebbe dovuto andare l’abito nuziale dopo la sua morte. I destinatari di quello che oggi è probabilmente il più prezioso ricordo di Lady D furono i suoi figli, William e Harry. Ma nel testamento è riportato un importante particolare: solo al compimento del 30esimo anno i due principi avrebbero potuto ‘iniziare’ a custodirlo. Prima del raggiungimento dei 30 anni l’abito sarebbe stato custodito da Earl Spencer, uno dei fratelli della principessa. Poi è passato nelle mani dei figli.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram