Quanto farà caldo nel 2050? Ecco la mappa che dà la previsione che spaventa

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:44

Il cambiamento climatico è in veloce divenire e le stagioni sono sempre più instabili. Andando avanti con questi ritmi, quanto caldo ci sarà nelle nostre città tra 30 anni? Una mappa ce lo dice

Lo sviluppo delle attività industriali dell’uomo, soprattutto nell’ultimo secolo, ha messo una croce sui ritmi naturali con i quali si susseguivano in precedenza i cambiamenti climatici. Adesso tutto è accelerato e se l’uomo non riuscirà ad arginare la portata del fenomeno si andrà incontro a dei disastri irreversibili, che colpiranno anche la stessa umanità che ha innescato tali processi. Lo vediamo, ogni giorno, sulla nostra pelle, sopportando cambi repentini di clima che non sono certo l’ideale per la salute. Restando in materia di clima, quanto caldo ci sarà nelle nostre città da qui a 30 anni, e cioè nel 2050? Una mappa ci restituisce una previsione che spaventa.

Quanto caldo farà nel 2050? Ecco il progetto Future Cities

Future Cities è un progetto di ricerca di scienze della terra messo in piedi da Crowtherlab e all’interno di questo progetto è stata realizzata una mappa interattiva che ci mostra quali saranno le temperature nelle maggiori città del mondo nel 2050. In generale, grazie alla mappa si capisce che le temperature saranno più torride ovunque, ma in alcune zone più che in altre. La mappa consente di fare un viaggio interattivo che permette i selezionare la città di interesse, la temperatura media annua e quelle del mese più caldo e del mese più freddo.

Quanto caldo farà nel 2050? Un esempio nell’Italia del futuro

Cosa accadrà a Torino nel 2050? Ci saranno 8 gradi in più  nel mese più caldo dell’anno. ci significa che a Torino, tra 30 anni, ci sarà lo stesso caldo che fa ora in Texas, a Dallas.  Anche considerando uno scenario climatico ottimistico, abbiamo scoperto che il 77 percento delle città del futuro vivranno molto probabilmente un clima che è più simile a quello di un’altra città esistente che al loro attuale clima” , hanno spiegato gli ideatori del progetto. La mappa  è disponibile sul sito del gruppo di ricerca Crowtherlab.

Maria Mento