Home Notizie di Calcio e Calciatori

Problemi di salute per Mihajlovic, l’annuncio in conferenza stampa: “Ho la leucemia. Ma la vincerò”

CONDIVIDI

L’allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic potrebbe essere costretto a lasciare la panchina del Bologna per alcuni gravi problemi di salute. Alle 16.30 di oggi pomeriggio l’allenatore serbo spiegherà la situazione in una conferenza stampa.

Il mondo del calcio è in ansia, dopo l’allarmante notizia uscita fuori nelle ore scorse su un grave problema di salute occorso all’attuale allenatore del Bologna Sinisa Mihajlovic.

I primi esami clinici a cui si è sottoposto Mihajlovic hanno subito evidenziato l’assoluta urgenza di ricorrere a una terapia d’urto. Non sono ancora chiari i precisi problemi di salute del tecnico serbo, ma sicuramente questa brutta situazione lo terrà lontano dai campi per parecchio tempo.

Alle 16.30 di oggi Mihajlovic spiegherà meglio la situazione in una conferenza stampa in programma a Casteldebole

Tutto ancora è avvolto in un velo di incertezza, ma alle 16.30 di oggi se ne saprà di più: in una conferenza stampa in programma a Casteldebole Mihajlovic spiegherà meglio la situazione. La speranza è che tutto possa risolversi per il meglio. L’allenatore serbo 50enne, a causa dei suoi problemi di salute, non sta partecipando al ritiro precampionato del Bologna, iniziato due giorni fa a Castelrotto in provincia di Bolzano.

Sinisa Mihajlovic era tornato a Bologna a gennaio (proprio con la squadra rossoblù aveva iniziato la sua carriera da allenatore dieci anni fa), quando prese una squadra in piena zona retrocessione guidandola alla salvezza con un rendimento strepitoso nelle ultime 15 giornate. La miracolosa salvezza aveva fatto guadagnare al tecnico serbo la riconferma in panchina.

AGGIORNAMENTO: alle 16.30 è prevista la conferenza stampa – anche se s’è voluto specificare, s’è trattato più di una comunicazione a senso univoco che una vera e propria conferenza stampa – in cui sarà lo stesso allenatore del Bologna a parlare dei propri problemi di salute a Casteldebole, sede degli allenamenti della squadra.

Prevista la presenza anche della dirigenza dei felsinei.

Queste le parole del tecnico serbo, dopo l’introduzione di Sabatini che ha confermato la totale fiducia riposta su Mihajlovic, confermato come allenatore della squadra anche se dovrà ovviamente curarsi: “Ho fatto di tutto per stare peggio di lui, sono stato un po’ invidioso dopo aver visto Sabatini che era stato molto male quando è arrivato. Ho chiesto riservatezza da parte di tuti voi, perché volevo dare la notizia io per primo alla asquadra, a voi e a tutta la gente. Sono dispiaciuto che qualcuno non l’abbia fatto per vendere 200-300 copie in più, rovinare così una amicizia di 20 anni. Purtroppo, o per fortuna, abbiamo fatto alcuni esami dove si sono socperte alcune anomalie che non c’erano quattro mesi fa”.

Il tecnico ha quindi svelato di avere la leucemia: “Quando me l’hanno detto, ho preso una bella botta. SOno stato due giorno chiuso in camera a pensare, a riflettere, a piangere, ti passa tutta la vita davanti”.

Dopo un momento di commozione, ancora più commovente pensando come sia sempre stato un personaggio considerato “duro”, Mihajlovic ha proseguito: “Non sono lacrime di paura, io rispetto la malattia ma so che la vincerò. La affronto come sempre ho fatto, guardando la vita negli occhi. Non vedo l’ora di andare in Ospedale. Prima comincio, prima finisco. E’ una malattia in fase acuta, aggressiva, ma guaribile. Ci vuole tempo ma si può guarire”.

Il tecnico ha quindi annunciato di aver parlato coi propri giocatori ed ha ribadito il fatto che vincerà questa battaglia, anche grazie alla forza che gli daranno tutte le persone che gli vogliono bene.

E noi glielo auguriamo fortemente.

L’allenatore ex Milan ha quindi evidenziato l’importanza della prevenzione: “Nessuno deve pensare di essere indistruttibile, invicibile. Ognuno di noi pensa che non gli succederà mai, poi quando succede è una botta tremenda. L’unica speranza è di aver fatto prevenzione. Perché se lo scopri dopo due mesi o dopo un anno è tutt’un’altra cosa”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram