Silvia Romano era “certamente viva” fino al giorno di Natale. Poi è stata “ceduta ad un’altra banda”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:50

silvia romano viva nataleSilvia Romano era “sicuramente viva” almeno fino al giorno di Natale. 

La cooperante italiana, rapita in Kenya lo scorso 20 novembre, sarebbe stata poi ceduta ad un’altra banda di sequestratori. E’ quanto emerso in seguito ad un vertice avvenuto nella giornata di ieri, venerdì 12 luglio, a Roma, a cui hanno preso parte le autorità giudiziarie italiane e kenyote.

I due cittadini del Kenya arrestati il 26 dicembre perchè ritenuti responsabili del sequestro hanno infatti rilasciato dichiarazioni che confermano che Silvia Romano era certamente in vita fino al giorno di Natale.

Come riportato dal quotidiano “La Repubblica”, tutta l’operazione che ha portato al sequestro della cooperante italiana è stata ricostruita nel dettaglio durante il vertice di ieri.

Cinque persone ricercate, tre arrestati

A fare irruzione nel centro commerciale di Chacama sarebbe stato un commando di 8 persone.

Silvia Romano è stata presa e portata via a bordo di una moto. Il gruppo armato si è poi diretto verso una boscaglia che si trova nei pressi del fiume Tana. La cooperante era stata seguita attentamente nei giorni precedenti, proprio per preparare al meglio il blitz.

Del gruppo armato di 8 persone, cinque sono ancora ricercati mentre due sono stati arrestati nel giorno di Santo Stefano. Un terzo fermato ha già ammesso tutto: si tratta di un cittadino somalo di 35 anni.