Benzinaio in coma per un pugno: interrogato rom e poi rilasciato. La rabbia di Salvini: “Urge riforma della Giustizia”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:24

Un benzinaio finito in coma e il colpevole a piede libero. Questa la storia che ha scatenato la furente reazione di Matteo Salvini, per il quale urge una riforma della giustizia.

L’episodio sconcertante: per un pugno il benzinaio è in coma

L’episodio è avvenuto in provincia di Teramo, a Roseto degli Abruzzi. Il gestore dell’Ip di Cologna Spiaggia, riceve un pugno in faccia, che gli fa perdere l’equilibrio. Cadendo ha battuto la testa ed è finito in coma. Il responsabile del gesto in consulto è un uomo di 38 anni, G.D.G di origine rom.

Gianfranco Pigliacampo è un uomo perbene, ben voluto da tutti e gran lavoratore. Alcuni clienti presenti gli hanno immediatamente prestato soccorso chiamando il 118, mentre il ROM si allontanava con la sua auto lasciandolo a terra. Inizialmente il benzinaio era cosciente, ma per eccesso di zelo lo hanno portato al P.s. di Giulianova. Ed è proprio in ospedale che l’uomo ha perso i sensi, quasi sicuramente a causa di un’emorragia cerebrale, questa provocata dal forte trauma cranico. Ora versa in condizioni di gravi, per cui sono stati allertati anche i carabinieri.

Il colpevole si costituisce e le autorità lo lasciano libero

Il colpevole si è recato di sua spontanea volontà in caserma con il suo avvocato. È stato interrogato dal sostituto procuratore Laura Colica, confermandole quanto accaduto. Ha dichiarato che la sua reazione cose dipesa da una lite che il benzinaio in coma aveva avuto con suo figlio. Ha definito infatti il suo gesto come una sorta di vendetta.

Ma a conclusione dell’ interrogatorio, è stato rimesso in libertà. La reazione dell’accusa dipenderà dalle condizioni dell’uomo: per ora si passa al vaglio l’ipotesi di tentato omicidio.

La reazione iraconda di Salvini sul benzinaio in coma

Non è tardata ad arrivare la reazione del Ministro dell’Interno, Matteo Salvini, il quale ha twittato «la riforma della Giustizia è sempre più urgente. Picchia un benzinaio, che adesso rischia la vita, ma il giudice lo rilascia. Cosa bisogna fare in Italia per finire in galera?».