Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Area 51, in 600mila pronti a invaderla? L’esperto ammonisce: “Non fatelo”

CONDIVIDI

Mentre un gruppo su Facebook raccoglie proseliti con l’intenzione di invadere l’Area 51, l’esperto di Ufo Bob Lazar lancia il suo appello: la base militare non va attaccata

L’Area 51 non deve essere attaccata. Lo afferma, con forza, Bob Lazar, l’espero di Ufo che scrivendo su Instagram ha voluto commentare quanto sta accadendo su Facebook in queste ore. Un gruppo aperto sul social da un uomo australiano, e denominato “Storm Area 51”, prevede l’invasione dell’Area da parte della gente comune. C’è anche una data: il prossimo 20 settembre. E sebbene tutto sia partito come un evento scherzoso, come molti altri ne vengono creati sui social, l’evento potrebbe davvero dare vita a qualcosa di più serio. Bob Lazar ha ribadito la necessità di non attaccare l’Area 51.

600mila persone pronte a invadere l’Area 51, l’appello di Bob Lazar su Instagram

Bob Lazar ha voluto prendere le distanze da quanto sta accadendo su Facebook in queste ore e ha pubblicato un post dedicato all’Area 51 su Instagram. “Devo commentare questa cosa di” Storm Area 51. Capisco che la cosa sia iniziata come uno scherzo da parte di qualcuno, ma ci sono un certo numero di persone che stanno pianificando di presentarsi. Questa è un’idea sbagliata. L’area 51 è una base di ricerca classificata. Non ci sono alieni o tecnologia aliena situati lì.”, ha scritto Lazar. “(…) Non sostengo questo “movimento”. L’ultima volta che qualcuno ha cercato di entrare in Area 51 è stato colpito. Questo non è il modo per cercare di ottenere più informazioni. Ciò che è buono è l’interesse per l’argomento, la scienza e la tecnologia. Questo è quello che cambierebbe immediatamente il mondo in cui viviamo.”, ha concluso poi l’esperto di Ufo. Naturalmente, tutto il discorso è da mettere in relazione con quanto sta accadendo sui social: circa 600mila e più persone (Lazar parla, infatti, di un milione) stanno progettando, su Facebook, di invadere l’Area 51, per scoprire tutti i segreti che il Governo statunitense- nel corso dei decenni- avrebbe nascosto sugli alieni nella base militare. È uno scherzo oppure no?

600mila persone pronte a invadere l’Area 51, il gruppo creato su Facebook da Jackson Barnes

Un gruppo Facebook, creato dall’australiano Jackson Barnes, sta raccogliendo adesioni per l’invasione dell’Area 51, prevista per il prossimo 20 settembre 2019. Il gruppo si chiama “Storm Area 51” e ha già raccolto 600mila proseliti che esprimono la loro volontà di invadere la base militare in cui- secondo le teorie complottiste– si celerebbero molti misteri sugli alieni. Addirittura, sul gruppo vengono minuziosamente spiegate tutte le parti nelle quali si dividerà l’azione. L’organizzatore del particolare evento ha poi rassicurato, smorzando i toni, che si tratta soltanto di uno scherzo:  Buongiorno governo degli Stati Uniti questo è uno scherzo e non intendo portare avanti il piano. Ho solo pensato che sarebbe stato divertente e che avrei ricevuto molti like. Non sono io il responsabile se poi le persone decideranno di occupare effettivamente l’Area 51“. Barnes ha voluto, in qualche modo, mettersi al sicuro nel caso in cui l’Area 51 dovesse subire realmente qualche attacco: sembrano diversi i proseliti convinti che l’azione sarà portata avanti, e il gruppo continua a ricevere consensi e adesioni.

Maria Mento

 

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram