Coppa D’Africa: l’Algeria vola in finale e Mahrez dedica il gol vittoria al politico francese di estrema destra che tifava contro

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:25

Un gol su punizione di Riyad Mahrez ha consentito alla sua Algeria di battere la Nigeria e di approdare alla finale di Coppa D’Africa. Ma a far discutere sono le parole di un suo post al termine della gara contro un politico di estrema destra francese che tifava contro gli algerini: “Il calcio di punizione era per te. Siamo insieme”.

Algeria in finale di Coppa D’Africa dopo il 2-1 rifilato alla Nigeria in semifinale. La rete decisiva è stata siglata dalla talentuosa ala d’attacco del Manchester City, Riyad Mahrez, su calcio di punizione in pieno recupero. Ma a far discutere è stato un suo post pubblicato sui social verso Julien Odoul, il politico regionale di estrema destra del Rassemblement National (il partito capeggiato da Marine Le Pen), che tifava contro gli algerini.

In seguito al quarto di finale vinto dall’Algeria ai rigori contro la Costa d’Avorio, in tutta la Francia si erano riversati in strada tantissimi tifosi algerini, pronti a festeggiare scatenando il caos. Il bilancio era stato pesante e una donna aveva perso la vita finendo sotto una macchina guidata da un tifoso algerino intento a festeggiare la vittoria nelle strade di Montpellier. Oltre a questo episodio, alcuni agenti di polizia erano rimasti feriti e 74 persone erano state fermate per gli scontri. Tali fatti avevano spinto Julien Odoul a tifare contro l’Algeria nella semifinale di Coppa D’Africa.

Mahrez festeggia la vittoria dell’Algeria con un post polemico contro un politico francese di estrema destra

Julien Odoul, il politico regionale francese di estrema destra, aveva twittato il proprio tifo verso la Nigeria nella semifinale contro gli algerini, augurandosi il non ripetersi degli scontri avvenuti in seguito alla partita precedente dell’Algeria.

Ma l’Algeria ha vinto e Mahrez, autore dello splendido gol vittoria, ha dedicato polemicamente il successo proprio a Julien Odoul con queste parole: “Il calcio di punizione era per te. Siamo insieme”. Il giocatore, nato nel banlieu di Parigi di Sarcelles, si è legato al dito queste dichiarazioni e si è vendicato sui social.

Anche la scorsa notte si sono avuti disagi nelle maggiori città francesi, creati dai tifosi algerini festanti in seguito alla vittoria. Il ministero dell’Interno ha comunicato che ci sono stati ben 282 arresti.

L’Algeria giocherà venerdì sera la finale di Coppa D’Africa contro il Senegal.