Chirurgia estrema: gemelle siamesi attaccate per la testa separate dopo un intervento di 50 ore

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:17

separate con un intervento durato 50 oreL’intervento per separare due gemelle siamesi che condividevano parte del cervello è durato 50 ore, suddivise in molteplici operazioni nel corso di 4 mesi, ma alla fine è stato un successo.

L’operazione necessaria a separare Safa e Marwa, due gemelle siamesi di 2 anni attaccate per la testa, era molto complessa ma alla fine si è rivelata un successo. Ciò che rendeva molto complicata l’operazione era il fatto che le due bambine condividevano parte del cervello e che dunque il minimo errore avrebbe potuto causare la morte di entrambe.

Prima di procedere con la prima seduta in sala operatoria, infatti, i medici hanno studiato attentamente la struttura del cervello delle due bambine con lastre, riproduzioni in realtà virtuale e modellini in 3D (sui quali si sono esercitati). In questo modo hanno compreso come intervenire senza ledere parti vitali e senza causare danni permanenti alle piccole.

Intervento di 50 ore per separare due gemelle siamesi

Per svolgere il difficile compito è stata formata un’equipe di 100 medici che hanno suddiviso l’intervento in tre fasi: nella prima hanno staccato parte della calotta cranica, nella seconda hanno separato le bambine lasciandole con parte del cervello esposto e nella terza hanno richiuso la testa utilizzando i frammenti di cranio precedentemente staccati. Il primo intervento è stato fatto in ottobre, l’ultimo l’11 febbraio scorso ed in totale ci sono volute 50 ore di sala operatoria per completare tutta l’operazione.

Adesso, però, le due bambine sono state dimesse ed ogni giorno le loro condizioni migliorano, inoltre la loro aspettativa di vita è cresciuta ed è migliorata sensibilmente la qualità della stessa. Proprio per questo la madre delle due bambine ha dichiarato: “Siamo in debito con l’ospedale ed il suo staff e li vorremmo ringraziare per tutto quello che hanno fatto”.