Home Notizie di Calcio e Calciatori

Tragedia a Naxos: la figlia dell’ex portiere Codognola, Swami, muore per un malore

CONDIVIDI

Tragedia a Naxos: la figlia dell'ex portiere Codognola, Swami, muore per un maloreSwami Codognola è morta nell’ospedale di Atene in cui era stata ricoverata dopo un malore accusato a Naxos. La figlia 17enne dell’ex portiere del Chievo era in vacanza con la madre.

Non esistono parole per trovare un senso alla morte di una ragazza di soli 17 anni, questo il messaggio che il preside del Liceo Classico ‘Scipione Maffei‘ di Verona ha voluto includere nel suo messaggio di cordoglio alla famiglia Codognola: “Ne siamo tutti sconvolti, profondamente turbati e interrogati, increduli, incapaci di tenere assieme la bellezza e la vitalità della sua giovinezza con la dimensione oscura della morte”.

Una spiegazione ad un destino così avverso non la troveranno nemmeno i genitori che, in queste ore immediatamente successive alla tragedia che li ha investiti, hanno preferito preservare la loro privacy ed elaborare il lutto.

Swami Codognola non ce l’ha fatta

Swami è morta nelle scorse ore, nel letto dell’ospedale di Atene nel quale è stata ricoverata tre giorni fa dopo aver accusato un malore in spiaggia. Quando si è sentita male la ragazza si trovava a Naxos (Grecia), località in cui stava passando parte delle vacanze estive insieme alla madre. Nessuno al momento è in grado di spiegare cosa abbia causato l’improvviso e letale malore alla ragazza, si pensa possa essere stato uno choc anafilattico.

Nei prossimi giorni sarà disposta un’autopsia per comprendere la causa della morte di Swami, nel frattempo anche il presidente del Chievo Verona, ex squadra di Paolo Codognola, ha voluto esprimere il proprio cordoglio alla famiglia: “Le più profonde condoglianze da parte di tutta la società”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram