Le IA simil FaceApp possono fare miracoli: figlio scomparso ritrovato dopo 18 anni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:51

ritrovato figlio scomparso dopo 18 anniMeraviglie della tecnologia: grazie ad un IA in grado di simulare il cambiamento delle caratteristiche somatiche nel tempo, la polizia cinese ha riportato ad una coppia il figlio scomparso da 18 anni.

In questi giorni abbiamo osservato come FaceApp abbia  coinvolto persone di tutto il mondo (tra cui alcuni vip), divertite nel vedere quale sarebbe stato il proprio aspetto in età avanzata. Simili tecnologie, che possiedono un livello di approssimazione minore, possono avere applicazioni importanti, ad esempio sono utilizzate dalle forze di polizia per rintracciare bambini scomparsi da diversi anni.

Queste IA (Intelligenze Artificiali) riescono a ricreare perfettamente l’aspetto di un adulto partendo dalla foto di un bambino, il che, nel caso di bambini scomparsi da diversi anni, è uno strumento formidabile nelle mani degli investigatori. Di recente, in Cina, la polizia ha riunito una coppia al figlio scomparso da 18 anni, proprio grazie all’aiuto fondamentale di un’intelligenza artificiale.

IA e sistemi di riconoscimento facciale aiutano a trovare un figlio scomparso da 18 anni

Come spiegato dagli investigatori della provincia di Guangdong (nel sud della Cina) nella conferenza stampa tenuta dopo la riunione tra i genitori ed il figlio scomparso, il caso di Yu Weifeng (scomparso all’età di 3 anni) è stato riaperto proprio grazie allo sviluppo di questa nuova tecnologia. Dopo aver ricostruito l’aspetto che il ragazzo avrebbe avuto ai giorni nostri partendo da una foto di repertorio, gli investigatori hanno utilizzato un sistema di riconoscimento facciale su delle immagini tratte da alcune registrazioni a circuito chiuso.

Il software utilizzato per comparare la ricostruzione ai soggetti che presentavano caratteristiche somatiche simili ha impiegato due mesi per esaminare 100 possibili corrispondenze ed estrarre da queste il profilo di Weifeng, studente universitario nella capitale di Ghuanzu. Il passo successivo è stato contattare il ragazzo e informarlo del fatto che potesse essere stato rapito quando era ancora un bambino e sottoporlo ad un test del DNA che ha confermato la sua identità.