Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Bambina nasce con “tre teste”: il caso di encefalocele segnalato in un ospedale indiano

CONDIVIDI

Nascita singolarissima in India, dove una donna ha dato alla luce una bambina con “tre teste”: ecco l’encefalocele, una patologia che deriva dalla mancata sutura delle ossa del cranio

In India, i medici sono rimasti sconvolti dopo aver visto la bambina che una donna ha dato alla luce: un bambino con tre teste. Ovviamente, il neonato non ha realmente tre teste ma siamo di fronte a quello che sembra un evidente caso di encefalocele, e cioè l’erniazione del tessuto cerebrale e meningeo derivata dalla mancata chiusura del tubo neurale. La notizia è stata data dal Daily Star.

Bambina nasce con “tre teste”, il caso indiano

Il parto di una donna indiana si è presto trasformato in un incubo, prima per i dolori che la donna ha sentito durante il travaglio e poi con ciò che si è presentato dinanzi a tutti i presenti. Sembrava che la gravidanza stesse procedendo al meglio, quando la giovane donna è entrata nella fase del parto e ha provato dei dolori molto forti mentre cercava di dare alla luce suo figlio. Quando, finalmente, ce l’ha fatta, la bambina che si è trovata sotto gli occhi era diversa da ogni bambino visto in precedenza: una neonata con una malformazione cranica tale da farla apparire come se possedesse tre teste. Un caso di encefalocele, una malformazione cranica che deriva dalla incompleta saldatura delle ossa del cranio. Malformazione per la quale si rende necessario l’intervento chirurgico. Il caso è stato appurato lo scorso 11 luglio, nel distretto di Uttar Pradesh.

Bambina nasce con “tre teste”, la piccola trasferita in un centro più attrezzato

Adesso la piccola è stata trasportata nell’Ospedale distrettuale di Etah, che è una struttura dotata di tecnologie più sofisticate. Prima di essere sottoposta a intervento chirurgico, sul corpo della bimba verrà effettuata una risonanza magnetica. Le prospettive di sopravvivenza, e soprattutto di sopravvivenza in condizioni di normalità delle funzioni encefaliche, non sono incoraggianti: nei casi di encefalocele che si sono verificati fino ad ora, è sopravvissuto il 55% dei bambini, ma di questi il 75% ha poi sviluppato delle malattie mentali. Intanto, bisogna sottolineare come i medici indiani abbiano operato- e con successo- un bambino nato con “due teste” lo scorso marzo. Il padre aveva tentato di seppellire il piccolo, ancora vivo, quando era stato interrotto dalla Polizia che ha così salvato il neonato.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram