Home Notizie di Calcio e Calciatori

Calciomercato Inter, la bocciatura di Perisic dopo il match col Manchester United è un segnale?

CONDIVIDI

Una Inter probabilmente imballata per i carichi di lavoro del precampionato perde per 1-0 contro il Manchester United nell’esordio dell’International Champions Cup 2019, torneo estivo itinerante.

Una gara in cui l’Inter è apparsa involuta rispetto al match contro il Lugano (è chiaro che parliamo di avversari di ben diverso calibro) e che non ha soddisfatto il tecnico antonio Conte, che ha sottolineato nel post partia ancora una volta la necessità di lavorare: “Sapevamo che ci sarebbe stato da soffrire in queste partite, sarà così per tutto il precampionato, sarà difficile per tanti motivi. C’è da apprezzare la volontà che i ragazzi hanno messo in campo, la voglia di lottare. Certo, abbiamo tanto da migliorare, sotto tutti i punti di vista, nella gestione della palla, nella pressione alta: l’avevamo preparata, poi il gran caldo… Veniamo da giorni di lavoro intenso. Però non possiamo pensare di giocare solo amichevoli e non allenarci. C’è da lavorare tanto, cercheremo di farlo”.

Conte, che bocciatura per Perisic!

Tra gli interpreti in campo, Conte ha parlato di due singoli nello specifico, Dalbert e Perisic.

E se per Dalbert, dato da tutti in partenza ma difficile da piazzare per questioni di bilancio, Conte ha speso parole positive ( “In compenso ho visto bene Dalbert, che ha giocato una partita con grande applicazione”) è giunta a sorpresa una bocciatura per Perisic in versione esterno del 3-5-2: “Stiamo lavorando, ma le risposte di Perisic non sono positive. Non penso sia adatto per fare il ruolo che gli chiedo. Quindi l’unico posto in cui può giocare in questo momento è quello di attaccante”.

Che sia un segnale anche in ottica mercato? Che sia anche Ivan Perisic destinato a lasciare Milano dopo tre anni di alti e bassi?

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram