Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia

Autonomie, Fontana e Zaia durissimi con Conte e il M5S. La replica: “Insulti inaccettabili”

CONDIVIDI

attilio fontana autonomieIl governo Conte sembra ormai davvero ad un passo dalla crisi. 

Lega e Movimento 5 Stelle stanno litigando furiosamente sulle Autonomie, con i governatori di Lombardia e Veneto che sono intervenuti pubblicamente nel dibattito usando parole durissime nei confronti dei pentastellati e del premier, Giuseppe Conte: lo riporta il quotidiano “La Repubblica”.

“Il Paese è nelle mani di cialtroni che per un pugno di voti soffocano un volano di crescita come l’autonomia e contrabbandano il tutto come una battaglia Nord contro Sud”, è il concetto espresso da Attilio Fontana, che ha poi aggiunto di stimare Conte ma di essere stupito dal fatto che anche il presidente del Consiglio si sia lasciato coinvolgere “da questa cialtronata”.

M5S e Conte: “Insulti inaccettabili”

Una posizione molto simile a quella chiarita dal presidente della Regione Veneto, Luca Zaia: “Non fare l’Autonomia vuol dire non dare più senso a questo governo – ha detto Zaia – È impensabile che un progetto di autonomia, che è uno dei pilastri fondanti del contratto di governo ed è la dote che la Lega porta all’esecutivo, venga trattato come un ‘progettino’ di decima fila, senza nessuna importanza”.

Parole che hanno subito suscitato la reazione del Movimento 5 Stelle, che ha parlato di “attacchi incomprensibili”. Il premier Conte ha scritto direttamente ai cittadini lombardi e veneti affermando che i governatori delle due Regioni hanno espresso “insulti inaccettabili”.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram