La Luna è una discarica: dal 1969 rifiuti ed escrementi umani sulla superficie del satellite. Ecco perché

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:20

Dal 1959, e cioè da quando l’unione Sovietica ha fatto atterrare un suo satellite sulla superficie del satellite, la Luna si è avviata a diventare una sorta di discarica spaziale. Ma ecco il motivo

Le sonde spaziali che dal 1959 sono state inviate sulla Luna dall’Unione Sovietica hanno aperto le porte all’arrivo dell’uomo sulla Luna un decennio più tardi. Proprio questa corsa al raggiungimento della superficie lunare ha dato vita a un altro fenomeno, e cioè quello dei rifiuti abbandonati sul nostro satellite dagli astronauti. Ma, come spiega un articolo di Metro.co.uk, ci sarebbe una spiegazione scientifica a tutto ciò: era necessario abbandonare quei rifiuti per un motivo specifico. Scopriamo quale.

La Luna è una discarica, la necessità dell’abbandono di quei rifiuti

Gli astronauti della missione Apollo 11 sono sbarcati sulla Luna e sono entrati nella storia per essere stati i primi a mettervi piede. Per poter portare sulla Terra delle rocce lunari da studiare successivamente, e quindi non rischiare di appesantire troppo la loro navicella spaziale, gli astronauti hanno dovuto rinunciare a qualcosa del loro equipaggiamento, di fatti lasciandolo sulla Luna. Si tratta di 12 telecamere, di 12 paia di stivali, di 2 palline da golf , di un telescopio e di 96 sacchi pieni di rifiuti di origine umana (escrementi, urina e vomito). Da quel momento in avanti, dunque, questa spazzatura si trova nello spazio e non è mai stata riportata indietro.

La Luna è una discarica: quali rischi?

Il Professore di astrofisica Alastair  Gunn, in un articolo scritto per Science Focus, ha spiegato come quei rifiuti abbandonati sulla Luna mezzo secolo fa non possano rappresentare un pericolo per l’ecosistema lunare e che, anzi, potrebbero essere un’ulteriore fonte di informazione per noi. “Qualsiasi microrganismo presente nei rifiuti umani non potrebbe essere cresciuto nelle dure condizioni della superficie lunare. È possibile, tuttavia, che alcuni potrebbero essere sopravvissuti per un po’ come spore dormienti e inattive. Quindi, dopo 50 anni sulla superficie lunare, i rifiuti umani, che ora probabilmente sono solo sacchi di polvere, possono contenere importanti informazioni sulla sopravvivenza dei microrganismi nello spazio.”, ha spiegato Gunn. Magari la situazione relativa a questi sacchi di rifiuti potrebbe essere appurata in un futuro prossimo. La Cina, la Nasa ed Elon Musk hanno dichiarato di voler tornare sul satellite nei prossimi anni. Addirittura, la Nasa ha dichiarato di volervi portare una donna entro il 2024.

Maria Mento