Caso Bibbiano, Salvini: “Non mi fermerò finché ogni bambino sarà a casa”

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:13

Caso Bibbiano, SalviniIl Ministro dell’Interno Matteo Salvini ha tenuto un comizio al municipio di Bibbiano, paese in cui è scoppiato lo scandalo degli affidi illeciti ed ha assicurato che ogni bambino tornerà a casa.

La giornata del ministro dell’Interno è cominciata con un annuncio sui social in cui comunicava che sarebbe giunto a Bibbiano entro qualche ora in veste di ministro, ma anche di padre: “Buongiorno Amici.Oggi sarò a #Bibbiano per confermare il mio impegno, da papà e da ministro, in difesa di chi non si può difendere: giù le mani dai bambini!”.

Dal tono del post sembra proprio che il leader del Carroccio voglia cavalcare l’onda dell’indignazione social e mediatica portata avanti dai colleghi del Movimento e da quelli di FdI, ma nel corso del suo intervento pubblico non ha mai fatto riferimento a presunte colpe del PD, limitandosi a dire che sarà concentrato sul caso finché non verrà fatta totale chiarezza: “Non avrò pace finché l’ultimo bambino non sarà a casa. Togliere i bimbi a mamma e papà deve essere l’ultima cosa”.

Il ministro non si limita a parlare del singolo caso, va oltre annunciando la creazione di una commissione d’inchiesta per esaminare il lavoro delle case famiglia: “Entro la pausa estiva, ai primissimi di agosto, sarà approvata dal Senato una commissione d’inchiesta sulle case famiglia. Temo che truffe e schifezze emergeranno in tante case famiglia italiane. Sono quasi diecimila in Emilia-Romagna i bimbi sottratti negli ultimi anni ai genitori. È un numero che non esiste. Su questi diecimila bimbi andremo fino in fondo”.

Salvini parla di Bibbiano, ma tace sul caso Moscopoli

Insomma Matteo Salvini ha avviato una vera e propria crociata contro gli affidi illeciti e s’impegna ad esaminare tutti i casi degli ultimi anni, al fine di proteggere bambini e famiglie da possibili e presunte azioni illecite. Intanto qualcuno fa notare come il ministro non abbia ancora fatto rapporto al parlamento sulla questione degli ipotetici finanziamenti russi e come abbia taciuto sul sabotaggio della linea ferroviaria avvenuto ieri.

Pertanto sul web gli oppositori politici si chiedono se questo suo intervento a Bibbiano non sia un diversivo, ad esempio Paola De Micheli del PD scrive: “Perché non va nel foggiano dove hanno arrestato un sindaco della Lega?”, mentre Borghi in aula sottolinea: “Prendiamo atto che il presidente della Camera Roberto Fico ha dichiarato di non avere ancora risposte in merito alla richiesta a Salvini di venire in Aula alla Camera a riferire sul caso Russia ma chiediamo che questa dichiarazione venga fatta in Aula alla ripresa dei lavori”.

Leggi anche: Caso Bibbiano, come stanno le cose secondo quanto emerso ad oggi

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!