L’ex presidente della Repubblica Napolitano e la moglie in vacanza con quattro agenti di polizia come autisti. Protestano i sindacati di polizia

Sta scatenando polemiche la richiesta dell’ex presidente della Repubblica Giorgio Napolitano di avere quattro agenti di polizia per lui e per sua moglie, durante la loro vacanza a Marina di Cecina. Sindacati di Polizia già in protesta, considerata la carenza di personale in questo periodo.

Polemiche a non finire su Giorgio Napolitano e sua moglie Clio. L’ex presidente della Repubblica, in vacanza a Marina di Cecina in provincia di Livorno, ha richiesto la presenza di quattro agenti di polizia con il compito di portare i due coniugi in giro in tutta libertà. Napolitano, ormai 94enne, avrebbe richiesto anche la presenza di due agenti che possano garantire sempre la loro sicurezza, su turni di 6 ore, nella struttura militare in cui sono ospitati in questa vacanza. In questo caso a fare da scorta saranno uomini della Polizia, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza.

Napolitano, in vacanza con la moglie Clio, ha richiesto quattro agenti di polizia per i propri spostamenti. Proteste fra i sindacati di Polizia

Giorgio Napolitano e la moglie Clio hanno a disposizione anche alcuni uomini della loro scorta personale, che alloggeranno con loro per 45 giorni, cioè per tutta la durata delle vacanze.

Non si sono fatte attendere le proteste dei sindacati di Polizia, vista la penuria di personale, specie in questo periodo estivo. Alcune sigle sindacali della Polizia di Stato hanno già preparato un documento di protesta per chiedere a cosa serva tutto questo dispiegamento di forze per la sicurezza di Napolitano e di sua moglie.