Gabbiano rapisce chihuahua, in Inghilterra è violenza verso i volatili in psicosi

Rebecca Hill, una ragazza di 24 anni che ha perso il suo cagnolino, ha lanciato l’allarme: il suo chihuahua è stato rapito da un gabbiano.  C’è preoccupazione per il comportamento degli animali

Il chihauhua di Rebecca Hill, 24 anni, è stato rapito da un gabbiano domenica pomeriggio a Paington, nel Devon. Qui la ragazza vive insieme alla famiglia e a questo cagnolino, che ha 4 anni e si chiama Gizmo. La giovane, che è anche in attesa di un figlio, ha lanciato un appello su Facebook affinché chi può la aiuti a ritrovare il piccolo, nel caso in cui sia ancora vivo. C’è un altro aspetto da considerare in tutta questa vicenda: la potenziale pericolosità dei gabbiani e la reazione violenta dei cittadini nei loro confronti. La vicenda è stata raccontata dal Daily Star.

Gabbiano rapisce chihuahua, il volatile è il principale sospettato

Quando, domenica pomeriggio, il piccolo Gizmo (un chihuahua di 4 anni) è scomparso dal giardino della sua casa, nel Devon, la sua famiglia umana si è subito attivata per far scattare le ricerche. Quello che poteva sembrare o un allontanamento volontario del cagnolino o un rapimento a opera di qualcuno che si era introdotto nella casa della signora Rebecca Hill– la padrona 24enne di Gizmo- è subito apparso come un caso più particolare del previsto. Tutto ruota intorno al presunto colpevole, e non è un essere umano: si tratterebbe di un gabbiano. Nelle ore successive rispetto alla scomparsa di Gizmo, un gabbiano è stato visto stazionare nei dintorni della casa. Da lì l’idea che potesse essere stato il volatile a portar via il piccolo chihuahua. Intanto, i giorni stanno passando e più tempo passa dalla scomparsa più si affievoliscono le speranze di trovare Gizmo ancora vivo. Rebecca ha lanciato degli accorati messaggi per poterlo ritrovare e un sensitivo le avrebbe fatto sapere che il chihuahua è ancora vivo e si trova in un giardino con acqua a disposizione.

Gabbiano rapisce chihuahua, aggressioni ai volatili dopo il presunto attacco

Il presunto rapimento del chihuahua Gizmo avvenuto forse per opera di un gabbiano, in Inghilterra, mette in evidenza la potenziale pericolosità dei gabbiani, ma soprattutto la paura e la diffidenza che gli stessi cittadini stanno esternando nei loro confronti. Dopo la scomparsa di Gizmo, un uomo avrebbe aggredito un gabbiano fin quasi a ucciderlo. La testimonianza resa da Joey, una studentessa di 23 anni, ha messo in evidenza la violenza dell’aggressore, che l’ha anche spinta a terra quando è intervenuta per aiutare il gabbiano. “Ho visto quest’uomo con un cappotto rosso e stava tenendo questo giovane gabbiano per l’ala e l’animale non si muoveva davvero. Quindi, sono corso da lui e gli ho chiesto se il volatile stesse bene? Mi ha detto di andarmene e ho capito che era un mostro malvagio. Ho pensato che avesse cattive intenzioni ovviamente. Alle mie spalle è apparso un altro uomo che mi ha supportato. Aveva il telefono e ha minacciato di chiamare la polizia per abuso di animali”. L’uomo ha poi lasciato andare il volatile ed è stata accertata la sua buona condizione di salute. Ma né la Polizia del Devon né quella della Cornovaglia avrebbero avuto notizia di questo alterco.

Maria Mento