Ancora guai per Marrazzo: sospeso dall’incarico di corrispondente da Gerusalemme

Il giornalista della Rai, Piero Marrazzo, è stato sospeso dalla sede di Gerusalemme per delle possibili irregolarità nella gestione dell’ufficio di corrispondenza. Oltre a Marrazzo è stato licenziato dal suo incarico anche il producer della stessa sede.

Continuano i guai per l’ex governatore del Lazio Piero Marrazzo. Attualmente giornalista Rai, Marrazzo è stato sospeso dal suo incarico di corrispondente italiano da Gerusalemme per alcune presunte irregolarità nella gestione dell’ufficio di corrispondenza. Fonti interne alla Rai hanno spiegato come il responsabile numero uno di queste irregolarità sia un produttore esecutivo, già licenziato dall’azienda.

Il giornalista Rai Marrazzo sospeso dal suo incarico a Gerusalemme. Licenziato anche un produttore esecutivo

Da quanto riferisce l’agenzia di stampa ‘Adnkronos’, questa indagine sull’ufficio di corrispondenza di Gerusalemme sarebbe partita alcuni mesi fa. Una lettera anonima avrebbe fatto partire le indagini: essa, dal contenuto ancora sconosciuto, fu recapitata alla sede della Rai e a diverse autorità, compresa la magistratura.

Marrazzo svolgeva questo incarico di corrispondente Rai da Gerusalemme da quattro anni.