Virginia Raggi in visita alla sede di CasaPound: “Ripristiniamo la legalità, via quella scritta”

Blitz della sindaca di Roma Virginia Raggi alla sede di CasaPound. La sindaca grillina, accompagnata dagli agenti della Digos e della Polizia di Roma Capitale, sta combattendo alacremente contro l’occupazione abusiva dello stabile e contro la scritta presente all’ingresso. Notificato il provvedimento che impone la rimozione della scritta.

La sindaca di Roma Virginia Raggi si è recata in via Napoleone III, dove è situato il palazzo occupato da CasaPound. La Raggi, accompagnata da alcuni agenti della Digos e della Polizia di Roma Capitale, sta combattendo in prima linea per imporre l’eliminazione della scritta “CasaPound” all’ingresso dello stabile.

Gli agenti della Digos si sono recati alla sede di CasaPound per notificare il provvedimento che impone di eliminare la scritta dall’edificio. Nel provvedimento è sottolineato come la scritta sia stata apposta abusivamente sullo stabile.

Virginia Raggi si è così espressa su Twitter: “Ripristiniamo la legalità. Oggi notificato atto che impone di eliminare la scritta abusiva di Casapound dall’edificio occupato in via Napoleone III simbolo della prepotenza”.

Blitz della Raggi alla sede di CasaPound. La replica del partito d’estrema destra: “Siamo la sua ossessione”

Non si è fatta attendere la risposta di CasaPound su Facebook: “Cosa fa il Sindaco di Roma la mattina? Sarà in ufficio a preoccuparsi di trasporti, immondizia, campi nomadi, immigrazione, sbandati che vivono in strada in pieno centro? No eccola qui, in diretta sotto CasaPound, la sua ossessione“.

Sulla pagina Facebook di CasaPound, inoltre, è stata pubblicata la diretta video con gli agenti della Polizia Municipale e della Digos impegnati all’esterno dello stabile di via Napoleone III a Roma.