Il caldo record fa sciogliere un ghiacciaio sulle Alpi, cittadina travolta dall’acqua

alluvione travolge una città
(Screenshot Video)

Il caldo record di questi giorni ha avuto conseguenze dannose per la cittadina di Zermatt: la località turistica svizzera è stata invasa dall’acqua dopo lo scioglimento di un ghiacciaio sotterraneo.

Le temperature afose che stanno contraddistinguendo questo periodo (dopo il giugno più caldo della storia) non hanno avuto effetti solo sulle forze di cittadini belgi, francesi, tedeschi ed inglesi non abituati ad un clima africano da 40° centigradi (nelle città estere praticamente tutti si sono dovuti immergere nelle varie fontane per trovare sollievo), ma anche sulla natura. In Svizzera, dove da giorni le temperature veleggiano sui 38° anche nelle zone montane, il caldo record ha causato lo scioglimento del ghiacciaio sotterraneo che alimenta il fiume Triftbach.

Caldo record causa alluvione in una cittadina delle Alpi svizzere

Lo scioglimento repentino dei ghiacci ha fatto aumentare a dismisura il livello del fiume che nel corso della mattinata ha superato gli argini ed ha esondato scendendo a valle e trascinando una slavina di fango sino alla località turistica di Zermatt, che si trova ai piedi del Cervino. Il risultato è stato una serie interminabile di disagi per tutti i cittadini che si sono ritrovati con le strade e le case completamente allagate.

Per fortuna l’insolita alluvione senza pioggia non ha comportato il ferimento o la morte di nessuno degli abitanti, ma da questa mattina i Vigili del fuoco lavorano senza sosta per liberare cittadini intrappolati nei propri appartamenti, successivamente sfollati e ospitati in centri d’accoglienza temporanei, e per sgombrare le strade dal fango e dai detriti. Difficile non pensare che queste temperature non siano causate dall’effetto serra e dall’aumento della temperatura terrestre che ne consegue, intanto il sindaco della cittadina svizzera avverte residenti e turisti di fare attenzione in montagna perché il caldo potrebbe causare anche cedimenti e frane.