Meteo 27 luglio 2019 | Previsioni: aumenta l’instabilità del clima al Nord e al Centro della penisola

Previsioni del tempo 27 luglio 2019, da meteoam.it

Che tempo farà domani in Italia? Le previsioni meteo, nel dettaglio, giorno per giorno

Il bel tempo, nella giornata di domani, subirà una battuta d’arresto nel Nord e nel Centro della penisola italiana, dove vedremo la persistenza di nuvole e piogge in intensificazione. Di fatti, proprio ieri una perturbazione proveniente dal Nord Europa ha iniziato a far sentire i suoi effetti, in opposizione all’anticiclone africano la cui presenza aveva caratterizzato la prima parte della settimana. Vediamo, nel dettaglio, le previsioni per la giornata di domani fornite direttamente dal sito dell’Aeronautica Militare dedicato al meteo.

Previsioni meteo 27 luglio per il Nord: piogge intense tra pomeriggio e sera

I fenomeni temporaleschi di cui ormai si parla da giorni per il Nord Italia subiranno un netto peggioramento nella giornata di domani. Sono previste coperture nuvolose sempre più diffuse, iniziando dalle regioni nord-occidentali, che porteranno a temporali. Le piogge saranno intense nel pomeriggio e in serata sulle regioni di Lombardia, Veneto, Valle d’Aosta e Friuli Venezia-Giulia.

Previsioni meteo 27 luglio per il Centro e la Sardegna: la Toscana la più bersagliata

Il Centro Italia vivrà una mattinata nuvolosa ma con nubi di leggera consistenza. La situazione peggiorerà verso il pomeriggio, a partire dalle zone tirreniche. Arriveranno deboli rovesci e piogge sulla Toscana. Ancora un peggioramento si avrà in serata, con fenomeni temporaleschi ancora più intensi proprio sulla Toscana.

Previsioni meteo 27 luglio per il Sud e la Sicilia: continua il clima estivo

Il Sud Italia, così come accaduto nei giorni scorsi, continuerà a beneficiare di tempo caldo e soleggiato. Possibilità di presenza di nubi leggere, senza alcun rischio di pioggia.

Previsioni meteo 27 luglio: temperature, venti e mari:

Le temperature massime previste per la giornata di domani subiranno una diminuzione, com’era  prevedibile vista la situazione, nel Nord e nel Centro Italia. Aumenteranno, invece, in Calabria, Sicilia nord-orientale e sulle coste adriatiche della Puglia. Stessa flessione per quanto riguarda anche i valori minimi, in caduta anche in Umbria e sulle regioni tirreniche centrali. Aumento delle minime, lieve, in Basilicata, Molise, Abruzzo, Calabria Ionica e Puglia centro-settentrionale. I venti, deboli o moderati a meridione, aumenteranno la loro intensità nelle zone del Nord e del Centro interessate dai temporali. I mari: i più mossi saranno il Tirreno centro-meridionale (da mosso a molto mosso) e l’Adriatico (mosso). Poco mossi/ mossi gli altri mari, con onde più intense (nella serata) nelle acque del Canale di Sardegna.

Maria Mento