Doppia scossa di terremoto, Filippine in ginocchio. Danni estesi, 8 morti e decine di feriti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:42

filippine terremoto Le Filippine sono state sconvolte da due violente scosse di terremoto. 

Migliaia di persone hanno lasciato le loro abitazioni dopo che due sismi si sono verificati nella notte. I terremoti hanno colpito il Nord delle Filippine, e precisamente nella provincia di Batanes, un gruppo di piccole isole al largo di Luzon.

Come riportato dal quotidiano “La Repubblica”, a poche ore di distanza per ben due volte la terra ha tremato con tutta la sua forza, gettando la popolazione nel panico. La prima scossa è stata di magnitudo 5,4, mentre la seconda si è rivelata ancora più forte: la magnitudo ha raggiunto infatti 5,9, come confermato dall’Usgs, l’American Institute of Geophysics.

Il sindaco conferma: otto morti e decine di feriti

Dopo qualche ora si è verificata un’altra forte scossa, la terza della serie, con magnitudo 5,7. I sismi hanno provocato grossi danneggiamenti, come mostrato anche dai media filippini. Sono molti gli edifici crollati e le strade interrotte a causa della doppia scossa. Stando a quanto riferito dagli enti locali, ci sarebbero otto morti e decine di feriti in seguito ai due violenti terremoti.

Numeri che sono stati confermati anche dal sindaco del comune di Itbayat, nella provincia di Batanes. Come noto, le Filippine si trovano nella “Cintura di Fuoco” dell’Oceano Pacifico e sono spesso colpite da terremoti, anche molto violenti.