Chi è Benedetta Pilato, la 14enne argento nei 50 rana ai Mondiali di nuoto

Ad appena 14 anni Benedetta Pilato ha conquistato uno storico argento nei 50 rana ai Mondiali di nuoto a Gwangju, dietro solo all’americana King. Scopriamo la carriera della giovanissima campionessa azzurra.

Sembra un sogno ma non lo è: a 14 anni e mezzo Benedetta Pilato, dopo il record italiano in batteria, conquista un clamoroso argento nei 50 rana ai Mondiali di nuoto in corso a Gwangju in Corea del Sud. L’azzurra ha chiuso la finale con il tempo di 30 secondi netti a soli 2 centesimi dal record italiano (29.98) fatto registrare in batteria. Solo la statunitense King le è stata davanti, vincendo l’oro con il tempo di 29.84.

La giovanissima atleta è destinata, dopo questa impresa, a scrivere pagine importanti del nuoto italiano. Per la 14enne un’emozione incredibile al termine della gara: “Non ci credo, sono contentissima. Non posso dire altro. Voglio vivermi questo momento, non ci credo ancora. Non sono mai stata così tesa prima di una gara. Vedendomi col terzo tempo l’idea di una medaglia mi ha sfiorato, ma non mi aspettavo tutto questo. E’ bellissimo competere con gente come la King, così piena di esperienza. Quando ho toccato ho visto la luce sul blocco e ho iniziato a urlare. Mi stavo sentendo male, anche la King mi ha chiesto se era tutto ok. Io vice campionessa del mondo, mi viene da piangere. Aiuto…”.

Chi è Benedetta Pilato: età e carriera della giovane nuotatrice italiana

Benedetta Pilato è nata a Taranto il 18 gennaio del 2005. Ad appena 14 anni e mezzo debutta in un Campionato del mondo di nuoto, battendo il precedente record di precocità che apparteneva a Federica Pellegrini. Il 22 giugno 2019, a Roma al 56° Trofeo Sette Colli, batte il record italiano del 50 rana e poco dopo ai Campionati europei giovanili di nuoto di Kazan conquista la medaglia d’oro nella sua specialità, stabilendo il record dei campionati con 30”16. Nel corso degli stessi Europei giovanili stabilisce il nuovo record italiano ragazze nei 100 rana con il tempo di 1’08”22 e vince la medaglia d’argento nella staffetta 4×100 mista femminile.

Ma questo è solo l’antipasto di quello che succederà poco dopo ai Mondiali di nuoto di Gwangju in Corea del Sud: il 27 luglio 2019, all’esordio in nazionale maggiore vince la sua batteria dei 50 rana facendo registrare il record italiano sulla distanza (29”98). Il giorno dopo nella finalissima dei 50 metri rana conquista un incredibile argento con il tempo di 30 secondi netti alle spalle solo della statunitense King.