Giù il tetto del Duomo per il maltempo, paura a Verona durante la messa: nessun ferito

(Ansa)

Ieri, un intenso temporale che si  è abbattuto sulla città veneta di Verona ha causato il crollo di parte del tetto del Duomo. Nessun ferito tra i fedeli presenti al momento

La messa prefestiva celebratasi ieri pomeriggio nel Duomo di Verona si è conclusa con una grande paura per i fedeli che erano intervenuti alla funzione. L’intenso temporale, portato dal maltempo sulla città scaligera, ha causato il crollo di una parte del tetto del Duomo, nella zona della Cappella della Madonna (lato destro dell’altare maggiore). Per fortuna, nessuna delle persone che si trovavano nell’edificio è rimasta ferita.

Crolla il tetto del Duomo di Verona, è successo ieri nel tardo pomeriggio

Intorno alle ore 18:45 di ieri, sabato 27 luglio 2019, una parte del tetto del Duomo di Verona è venuta giù sotto i colpi della pioggia battente che nel pomeriggio ha sferzato la città veneta. Delle travi e dei laterizi sono dapprima crollati sul vano caldaia, e questo primo crollo ha provocato il cedimento del solaio sulla zona a destra dell’altare maggiore, dove si trova la Cappella della Madonna della Cattedrale di Santa Maria Matricolare. In quel momento si stava celebrando la funzione religiosa prefestiva: illesi i fedeli che si trovavano nel Duomo in quegli attimi.

Crolla il tetto del Duomo di Verona, si deve valutare l’entità del danno

Come riportato dall’Agenzia Ansa, i Vigili del Fuoco e la Polizia Municipale sono intervenuti, dopo il crollo, per mettere in sicurezza il luogo e valutare l’entità dei danni causati dal maltempo. La Cattedrale, costruita a partire dal 1120 su luogo della prima chiesa cristiana della città (forse costruita nel IV secolo a opera del vescovo Zeno), è di stile romanico-rinascimentale. Nel corso dei secoli ha subito diversi rimaneggiamenti, l’ultimo dei quali proprio nel primo Novecento: l’innalzamento del campanile fino alla quota di 30 metri; campanile che è rimasto, tuttavia, incompiuto e privo di cuspide. L’interno del Duomo, diviso in tre navate da pilastri realizzati in marmo rosso di Verona, ospita numerose opere pittoriche e scultoree. La più celebre è un’Assunzione della Vergine, datata 1535, realizzata da Tiziano Vecellio.

Maria Mento