Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Ultime notizie di Economia

Prelievo di contanti dai bancomat a rischio, le date da segnare sul calendario

CONDIVIDI

bancomat contanti

Sciopero di 48 ore dei portavalori, le banche potrebbero non disporre di denaro sufficiente per garantire a tutti i clienti la possibilità di prelevare i contanti

Prelievo di denaro contate a rischio per milioni di italiani. A causa di uno sciopero dei portavalori, indetto per l’1 ed il 2 agosto, che ridurrà considerevolmente la quantità di denaro liquido a disposizione delle banche. Molte filiali, dunque, potrebbero non disporre di denaro sufficiente per garantire a tutti i clienti il prelievo del contante dai bancomat. Lo sciopero è stato indetto dai sindacati di categoria Filcams Cgil, Fisascat Cisl e UIltucs con un proposito:: sollecitare una prosecuzione concreta dei negoziati riguardanti il rinnovo del contratto nazionale di settore, che è scaduto nel 2015. Saranno oltre 70mila gli addetti della vigilanza privata e dei servizi fiduciari pronti a interrompere, per 48 ore consecutive, le attività. L’agitazione degli addetti alla vigilanza dei siti aeroportuali è invece slittata al 6 settembre. La Fisascat Cisl ha sottolineato che il negoziato avviato tre anni fa “non ha ancora sciolto i nodi in ordine a incremento salariale, cambio di appalto, bilateralità, contrattazione di secondo livello, classificazione del personale e salute e sicurezza”.

Mancanza di denaro contante, cosa stanno facendo le banche

Per far fronte alle conseguenze dello sciopero, le banche si stanno organizzando per cercare di ridurre al minimo i disagi che non è comunque possibile eliminare. C’è anche chi, come Intesa San Paolo, ha comunicato ai propri clienti via email che “il prelievo di contanti alle casse veloci automatiche e in filiale potrebbe non essere disponibile” nelle giornate di giovedì e venerdì.

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram