Rapiscono, violentano e uccidono una bimba di tre anni: due pedofili fermati dalla Polizia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:49

Due pedofili hanno sottratto una bimba di 3 anni alla madre, l’hanno violentata e poi l’hanno uccisa decapitandola. La testa della bimba non si trova ancora

Due uomini hanno rapito una bambina di 3 anni mentre la piccola si trovava con la madre in una stazione ferroviaria dell’India. I due rapitori hanno poi abusato sessualmente della piccola, prima di ucciderla in una maniera tremenda: la decapitazione. A inchiodare i due per l’efferato crimine ci hanno pensato le registrazioni delle telecamere di sorveglianza, in cui si vede perfettamente il momento del rapimento. La vicenda è stata riportata da Metro.co.uk.

Rapiscono, violentano e uccidono una bimba di tre anni: in manette due uomini di 36 e 38 anni

Rinku Sahu (36 anni) e Kailash Kumar (38 anni) sono i due uomini che sono stati arrestati dalla Polizia, in India, per il rapimento, la violenza sessuale e l’omicidio commessi ai danni di una bambina di 3 anni. La piccola è stata portata via alla madre mentre le due si trovavano, lo scorso giovedì, presso la stazione ferroviaria di Tatanagar  a Jharkhand. La piccola è stata rapita nel momento in cui dormiva di fianco alla madre. Poi la bimba è stata portata in un cantiere che si trova a pochi km dalla stazione ferroviaria e qui è stata commessa la violenza sessuale. Successivamente, l’omicidio. La piccola è stata decapitata  e il suo corpo è stato infilato in una borsa e gettato in un impianto di trattamento delle acque, insieme a degli arbusti che avrebbero dovuto nascondere il tutto. La Polizia ha confermato che il mattino seguente è stato ritrovato il corpo, ma che manca ancora la testa della bimba. La mamma della piccola ha cercato, invano, di riconoscere il corpo della figlioletta: la giovane donna è stata colta da svenimenti multipli durante il riconoscimento.

Rapiscono, violentano e uccidono una bimba di tre anni: si cerca la testa della bimba

La Polizia indiana, attualmente, si sta impegnando nelle ricerche della testa della piccola. “Martedì sera abbiamo arrestato Sahu, in seguito a una soffiata dopo aver condiviso le riprese del rapimento da parte della CCTV con i media e sui social media.”, ha dichiarato Noor Mustafa Ansari (vice sovrintendente di Polizia). L’uomo li ha condotti nel luogo in cui avevano occultato il corpo della bimba. Sahu avrebbe anche ammesso di aver ucciso la piccola quando questa aveva iniziato a piangere, ma di non averla decapitata. L’uomo si era già macchiato di rapimento ai danni di un bambino di 7 anni, nell’aprile del 2015. Era stato in prigione per quella vicenda ed è tornato in libertà poche settimane fa.

Maria Mento