Stéphanie Frappart designata per arbitrare la Supercoppa Europea: sarà la prima donna a dirigere una finale di calcio maschile

La Uefa ha designato la francese Stéphanie Frappart come arbitro della finale di Supercoppa Europea fra Liverpool e Chelsea in programma il 14 agosto al Beşiktaş Park di Istanbul. Sarà la prima donna a dirigere una finale di calcio maschile.

La Supercoppa Europea 2019 in programma il 14 agosto al Beşiktaş Park di Istanbul vedrà il Liverpool, campione d’Europa, e il Chelsea, vincitore dell’Europa League, sfidarsi in un derby tutto inglese. Ma l’attenzione non sarà rivolta solo sulle due squadre in campo: infatti, a dirigere il match sarà la francese Stéphanie Frappart, prima donna ad arbitrare una finale internazionale di calcio maschile. Questa è una svolta epocale da parte dell’Uefa.

La 35enne Stéphanie Frappart ha diretto poche settimane fa la finale del Campionato del Mondo di calcio femminile fra Usa e Olanda. Lo scorso 28 aprile è stata anche la prima donna a dirigere un incontro di Ligue 1 fra Amiens e Strasburgo.

Stéphanie Frappart arbitrerà la Supercoppa Europea 2019 fra Liverpool e Chelsea. Svolta epocale da parte dell’Uefa

Il presidente dell’UEFA, Aleksander Ceferin ha commentato così la scelta di assegnare il match fra Liverpool e Chelsea alla Frappart: “In molte occasioni ho detto che il potenziale per il calcio femminile non ha limite, sono lieto che la Frappart sia stata nominata per arbitrare la Supercoppa. Come organizzazione, diamo massima importanza allo sviluppo del calcio femminile in tutti i settori. Spero che la sua abilità e la sua determinazione saranno un modello di ispirazione per milioni di ragazze e donne in Europa. Non dovrebbero esserci barriere per raggiungere il proprio sogno”.

Roberto Rosetti, designatore UEFA, ha elogiato la bravura di Stéphanie Frappart, chiarendo il fatto che merita pienamente di dirigere un incontro così importante: “Stéphanie ha dimostrato per anni che è una delle donne più brave ad arbitrare, non solo in Europa ma in tutto il mondo. Ha le capacità per arbitrare ai più alti livelli, come ha dimostrato quest’anno in finale di Coppa del Mondo. Spero che la partita a Istanbul le permetta di maturare ancora più esperienza in questa fase così importante della carriera”.