Rassegna Stampa | Titoli principali quotidiani dell’ 8 agosto 2019

Le principali notizie riportate sulle prime pagine dei cinque quotidiani più venduti in Italia.

 

Corriere della Sera

-“Governo nel caos, aria di crisi

Lega e Pd boccino la mozione anti Tav dei 5 Stelle. Oggi possibile incontro tra i due vicepremier. I dem: devono salire al Colle

Salvini vede Conte: o si cambia in fretta o meglio le elezioni. L’idea di una nuova squadra

Il voto in Senato sulla Tav ha sancito un’ulteriore spaccatura nel Governo. Un incontro che si è tenuto ieri, nel tardo pomeriggio, tra Conte e Salvini sarebbe servito a mettere sul tavolo le richieste del leader leghista per andare avanti, pena le elezioni anticipate: il vicepremier avrebbe chiesto tre nuovi ministri (Trasporti, Economia e Difesa) e un nuovo contratto di Governo, che tenga conto delle richieste della Lega. Su questo governo in crisi dicono la loro anche i democratici. Secondo Zingaretti la maggioranza non esiste più, e Conte dovrebbe andare subito a riferire della crisi a Sergio Mattarella.

-“Ucciso Diabolik,

agguato ai Roma all’ex capo degli ultrà laziali

L’esecuzione. Un colpo alla nuca mentre era al parco. Il killer forse vestito da runner

Fabrizio Piscitelli, conosciuto come “Diabolik”, è stato ucciso ieri nel parco degli Acquedotti (Roma). L’uomo, che per anni era stato il capo ultrà della Lazio, aveva precedenti penali per narcotraffico.  Mentre sedeva su una panchina del parco, il 53enne è stato raggiunto alla nuca da un colpo di pistola che l’ha ucciso sul colpo. Un’esecuzione che, a quanto pare, si deve a un killer travestito da runner.

 

Il Sole 24 Ore

-“Governo, ultimatum di Salvini a Conte

Maggioranza in bilico

La spaccatura va in scena

Al Senato bocciata la mozione no Tav del M5S

Salvini vede Conte e chiede il riequilibrio: o si fanno le cose o non scaldo le poltrone

 “Non sono fatto per le mezze misure, o le cose si possono fare per intero e in fretta oppure star lì  a scaldare la poltrona non fa per me, e tenerci sette ministeri per non riuscire a fare le cose, tutte, 100 su 100 è inutile”. Così Matteo Salvini sulla spaccatura del Governo. Dopo la bocciatura della mozione no Tav dei 5 Stelle in Senato, il vicepremier ha incontrato Giuseppe Conte e tra loro c’è stata la messa in chiaro delle richieste che adesso la Lega vuole vedere esaudite affinché il Governo possa andare avanti ed evitare lo spauracchio delle elezioni anticipate. Salvini ha anche ammesso chenegli ultimi mesi qualcosa si è spezzatonel suo rapporto con Conte e Di Maio.

-“La recessione allarma i mercati

Germania, calano industria e fiducia

L’Europa paga lo scotto della guerra dei dazi tra Usa e Cina, con tanto di svalutazione dello yuan, e si teme una nuova recessione. In particolare difficoltà la Germania, dove la produzione industriale è crollata: ben -1,5%  su un’attesa di -0,5%. È il crollo più pesante degli ultimi 10 anni e rischia di trascinare con sé la manifattura italiana nei prossimi mesi.

 

La Gazzetta dello Sport

-“Inter Lukaku è tuo!

Superata la Juventus

Romelu Lukaku è arrivato a Milano. L’Inter è riuscita a battere sul tempo la Juventus e a blindare il giocatore. La vendita, al momento, è garantita da un accordo verbale stipulato con il  Manchester United e presto da formalizzare: l’ex club di Lukaku ricaverà 65 milioni di euro più 10 di bonus e la percentuale sulla futura rivendita. Decisivo l’intervento di Federico Pastorello, l’agente di Lukaku, che ha lavorato per convincere il club inglese  a cederlo all’Inter. Su autorizzazione del Manchester, intorno all’una e mezzo di questa notte Lukaku è atterrato a Malpensa ed è stato accolto dall’affetto dei tifosi ce si trovavano lì per lui.  Stamattina il calciatore si sottoporrà alle visite mediche.

 

La Repubblica

-“C’era una volta il governo”

L’alleanza gialloverde al capolinea

Salvini a Conte: “Subito una svolta o elezioni a ottobre”

Il leader leghista chiede la testa di tre ministri: Tria, Toninelli e Trenta. Il premier incontra di Maio: 4 giorni per evitare le urne

I 5S ancora divisi fra rottura e compromesso, proposto un referendum. Calenda dopo il voto sulla Tav: “Ormai i Pd sono due”

In primo piano la crisi di governo che si è aperta dopo il voto che ha sbloccato la Tav e che ha invece visto la bocciatura delle mozione no Tav proposta dai 5 Stelle. Sono diversi gli scenari che si aprono adesso. Il governo potrebbe andare avanti con le modifiche chieste da Matteo Salvini, cioè un nuovo patto per introdurre i cambiamenti economici voluti dalla Lega e tre nuovi ministri. Intanto, la polemica interna rischia di spaccare in due il M5S, che per Calenda adesso è il nuovo Pd: i grillini sono divisi tra chi vuole scendere a patti e chi vuole rompere l’alleanza. Per Zingaretti non resta altro che la salita al Colle.

-“Ucciso l’ultrà della droga

Assassino vestito da runner

L’omicidio dell’ultrà Lazio Fabrizio Piscitelli, detto anche “Diabolik”, ucciso in un parco di Roma con un colpo di pistola alla nuca.

 

La Stampa

-“La spallata di Salvini al governo

Di Maio pronto a sacrificare il titolare dei Trasporti. Ma nel M5S cresce il fronte di chi vuole il divorzio

Dopo il voto che promuove la Tav, la Lega chiede la testa dei ministri Toninelli, Costa e Trenta

Un vertice con il premier a Palazzo Chigi scongiura la rottura. Si affaccia l’ipotesi di un Conte-bis

In primo piano ancora la crisi di governo. Salvini, in un incontro col premier Conte, ha avanzato le richieste della Lega necessarie per andare avanti. Per La Stampa, i Ministri di cui Salvini avrebbe chiesto la testa sono Toninelli, Costa e Trenta.

-“Spettro della recessione sulla locomotiva tedesca

Crolla la produzione industriale, ora si teme il contraccolpo sull’Italia

I dati sulla crescita della produzione industriale in Germania sono i peggiori dall’inizio della crisi economica. L’Europa adesso ha paura di un nuovo periodo di recessione. In particolare, la situazione tedesca potrebbe trascinare giù anche l’Italia.

Maria Mento