Sabato di sangue sulle strade italiane, due centauri morti in altrettanti incidenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:27

Doppio grave incidente mortale con due motociclisti deceduti, sabato di sangue sulle strade dell’Alto Adige

E’ un sabato di sangue con un bilancio drammatico in Alto Adige. Due motociclisti hanno perso la vita in due distinti incidenti stradali avvenuti a distanza di poche ore l’uno dall’altro. La prima vittima si trovava in moto sulla statale 40, in val Venosta, attraversando il paese di Burgusio; qui è avvenuto il tremendo scontro frontale tra la due ruote ed un’auto proveniente dalla direzione opposta. Il centauro è stato sbalzato a terra ed è deceduto sul colpo, come accertato dai sanitari giunti sul posto in una manciata di minuti. Il sinistro stradale è avvenuto intorno alle 10.40 ed in seguito allo schianto i due occupanti del veicolo, altoatesini, sono rimasti feriti. I soccorritori li hanno dunque trasportati all’ospedale di Silandro per ricevere le necessarie cure mediche. Lo scontro, nel quale la moto è andata quasi completamente distrutta, è avvenuto sul tratto stradale compreso tra l’ingresso del comune di Burgusio ed il Sacrario Militare, monumento ai caduti in guerra. La vittima è un uomo, svizzero.

Il secondo incidente stradale, morto un 25enne

Nel secondo schianto è invece deceduto un 25enne residente nel comune di San Candido in provincia di Bolzano. Stando alla ricostruzione delle autorità il giovane, in sella alla sua moto, si sarebbe scontrato contro un veicolo in Val Casies, in località Tesido. Il ragazzo è stato sbalzato violentemente a terra e i soccorritori hanno tentato di tutto per provare a salvarlo, salvo poi constatarne il decesso a causa delle gravi ferite riportate. Una seconda persona è rimasta ferita, seppur non gravemente. Sulle sole strade del Trentino Alto Adige, dall’inizio del mese di giugno, sono già 15 i moticlisti morti sulle strade di montagna. (Immagine d’archivio)