Massacro a Uruapan in Messico da parte dei narcos: venti corpi appesi a un cavalcavia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:37

I narcos si sono resi protagonisti di un increscioso massacro a Uruapan, stato di Michoacan, in Messico. La polizia ha trovato venti cadaveri appesi a un cavalcavia e smembrati sull’asfalto.

Una terribile notizia giunge da Uruapan in Messico. Venti corpi massacrati sono stati trovati dalla polizia locale: alcuni cadaveri sono stati rinvenuti appesi a un cavalcavia, altri smembrati sull’asfalto. I protagonisti di questa terribile azione punitiva sono i Jalisco-Nuova Generacion, il cartello messicano della droga in grande espansione negli ultimi tempi. Le vittime appartengono al gruppo Los Viagras, banda una volta parte della Familia Michoacana, cartello avversario di Jalisco.

Questo massacro è stato effettuato per intimorire gli avversari e ribadire il loro potere nei traffici della droga.

Tragedia a Uruapan in Messico: venti persone uccise dai Jalisco-Nuova Generacion

Questa organizzazione criminale è guidata da El Mencho con l’obiettivo assoluto di controllare i corridoi della droga verso gli Usa, ritagliandosi in tal modo uno spazio politico.

I cadaveri erano parzialmente coperti e incredibili segni di torture e mutilazioni. Accanto ai corpi senza vita la polizia ha rinvenuto uno striscione di rivendicazione del gruppo dei narcotrafficanti autori del terribile gesto. Queste guerre intestine fra bande rivali di narcotrafficanti continuano senza interruzione in Messico.