Rivuole indietro un prestito di 45mila euro, donna minacciata di morte dall’ex amante. È un Carabiniere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:37

Aveva avuto una relazione extraconiugale con un uomo più grande, un Carabiniere, a cui aveva prestato del denaro. Quando ha chiesto di riavere indietro la cifra lui ha minacciato di ucciderla

Minacce di morte alla sua ex amante per non restituire del denaro che lei gli aveva prestato. È successo a una donna, residente in provincia di Rimini, che ha denunciato un Carabiniere: sarebbe lui, un militare, l’amante macchiatosi di queste gravissime minacce. La relazione sentimentale tra i due, entrambi coniugati con altre persone, risale all’anno 2015-2016. In quel periodo di tempo la donna aveva prestato all’uomo una somma di denaro pari a 45mila euro. Dopo la fine del loro legame sentimentale, lei gli aveva richiesto la restituzione di quella cifra così importante. L’uomo, a quel punto, non solo avrebbe affermato la sua volontà di non restituirle il denaro, ma l’avrebbe anche minacciata di morte. Questa è la versione dei fatti che la donna ha raccontato agli inquirenti quando si è presentata al cospetto delle forze dell’Ordine per denunciare l’ex amante. La vicenda è stata raccontata da Il Resto del Carlino.

Denuncia l’ex amante Carabiniere per minacce di morte, l’esposto-querela presentato in Procura

Tramite un esposto-querela, che è stato depositato in Procura qualche giorno fa, una donna di 40 anni che risiede in provincia di Rimini ha denunciato un Carabiniere di 50 anni in servizio a Bologna. Secondo quanto raccontato dalla donna agli inquirenti, i due hanno avuto una relazione extraconiugale (entrambi hanno un marito e una moglie) che si è protratta nei mesi a cavallo del 2015 e del 2016, prima di interrompersi. Nel periodo in cui la loro relazione era andata avanti, la donna gli aveva fatto un prestito di 45mila euro, che avrebbe dovuto essere garantito da tre assegni emessi dall’uomo.

Una volta terminata la loro storia, la 40enne ha poi chiesto indietro il denaro– servito per portare avanti un affare con un amico–  senza trovare il minimo riscontro dalla controparte. L’uomo non solo non ha mai sanato il debito, mostrando l’intenzione di non volerlo fare, ma ha anche minacciato di morte la sua ex amante. La magistratura dovrà adesso indagare. All’uomo vengono contestati i reati di stalking, appropriazione indebita, minacce aggravate ed estorsione.

Denuncia l’ex amante Carabiniere per minacce di morte, la richiesta di riconoscimento del figlio

Se continui, racconto tutto a tuo marito e chiedo il riconoscimento di tuo figlio”, e ancora: “Se mi rovini la carriera, ti stacco la testa e la porto in caserma. Queste alcune delle minacce , riportate da Il Resto del Carlino, che l’uomo avrebbe rivolto alla ex amante, passando poi ai fatti. Dopo essere venuto a conoscenza dell’esistenza di una denuncia ai suoi danni, pare che il Carabiniere abbia avviato le pratiche per il riconoscimento di uno dei figli della donna: il padre del piccolo sarebbe lui, e non il marito che ufficialmente l’ha riconosciuto. Dal canto suo, la donna– difesa dall’avvocato Piero Venturi- avrebbe presentato tutti i certificati medici relativi allo stato di angoscia e prostrazione in cui è piombata a causa delle minacce ricevute.

Maria Mento