Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Morbillo fatale in volo: hostess muore a causa del virus. Colpa delle teorie No Vax?

CONDIVIDI

Hostess muore a causa del morbilloUna hostess israeliana è morta a 43 anni. Il decesso è stato causato da una meningoencefalite, complicazione legata alla contrazione del morbillo. La donna non aveva completato i vaccini necessari.

Altro caso di morte causata da morbillo in Israele. Nei giorni scorsi è deceduta l’hostess di Tel Aviv dopo aver contratto il morbillo in un volo tra Israele e gli Stati Uniti. La donna, Rotem Amitai, era madre di tre bambini che adesso si trovano a dover elaborare un lutto probabilmente evitabile.

A quanto pare, infatti, alla donna erano state prescritte due dosi di vaccino contro il morbillo, ma per qualche ragione ne aveva fatta solamente una. La mancata schermatura dal pericoloso virus ha fatto sì che la malattia degenerasse in fretta e che si tramutasse in una meningoencefalite letale.

La diffusione delle teorie No Vax in Israele

Il primo caso di morbillo letale in Israele si è verificato lo scorso novembre, a quindici anni di distanza dall’ultima volta che era successo. In quel caso è morto un bambino di 18 mesi, seguito poco dopo da una donna di 82 anni. Quello di Rotem Amitai è il terzo caso di morte da morbillo in meno di un anno e a questi decessi si vanno a sommare i 4292 casi di contagio.

Il motivo di questa esplosione epidemica è collegato all’approdo delle teorie No Vax in terra israelita. Queste sono propugnate con convinzione dai sostenitori del movimento, tra i quali spiccano sicuramente gli ultra ortodossi. Non vi è alcuna prova che la donna avesse deciso di non vaccinarsi perché spinta da tali teorie, ma il mancato richiamo della vaccinazione è sicuramente uno dei motivi per cui la malattia è degenerata, un monito in più per coloro che pensassero di aderire al movimento No Vax . In tutto il mondo i governi stanno applicando delle leggi per contrastare il diffondersi delle teorie No Vax (come in Germania e in Usa).

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram