E’ morto il bimbo di 8 anni colpito da un letto, proclamato il lutto cittadino

ULTIMO AGGIORNAMENTO 20:09

ambulanza

Dopo una settimana il piccolo Alessandro è morto: il bambino era ricoverato al Meyer dopo un incidente domestico molto grave. La comunità è sconvolta

E’ una notizia drammatica quella che arriva dall‘ospedale pediatrico Meyer di Firenze: i medici hanno confermato la morte del piccolo Alessandro Liberto, il bimbo di 8 anni rimasto gravemente ferito alcuni giorni fa dopo che un letto gli era caduto accidentalmente sulla testa. Il bambino è stato soccorso, dopo che la madre ha chiesto aiuto avendolo trovato privo di sensi in camera, e trasportato d’urgenza al nosocomio fiorentino ma dopo una settimana le sue condizioni sono ulteriormente peggiorate; secondo una ricostruzione dei fatti Alessandro stava probabilmente cercando di raccogliere qualcosa e si era così infilato sotto ad un letto con contenitore che, alzando la rete ed il materasso si apre. Qualcosa non è andato per il verso giusto e il bambino è stato colpito violentemente. I soccorritori del 118 hanno cercato a lungo di rianimarlo sul posto per poi decidere di trasportarlo al Meyer. Nel comune di Follonica (Grosseto), dove è avvenuto l’incidente, è stato proclamato dal sindaco il lutto cittadino per la giornata dei funerali del bambino. L’intera comunità è addolorata e al piccolo sono stati dedicati i fuochi d’artificio in programma la sera prima del Ferragosto.

Lutto cittadino per la morte di Alessandro

Sulla pagina della società Follonica Hockey, squadra della quale il bimbo faceva parte, è apparso un post di cordoglio: Il Follonica hockey esprime le sue più sentite condoglianze e la sua vicinanza alla famiglia Mazzini per la tragica scomparsa di Alessandro. Ci mancherai, piccolo”. Anche sulla pagina Facebook dell’Hockey Club Castiglione, squadra allenata dal nonno di Alessandro, è apparso un post: “L’Hc Castiglione, il presidente Marcello Pericoli, il consiglio direttivo, i tecnici e i giocatori, esprimono le sue più sentite condoglianze e la vicinanza alla famiglia di Antonio Mazzini, nostro tecnico e punto fermo della società per la tragica scomparsa del piccolo Alessandro”. Anche il sindaco di Follonica ha espresso la sua vicinanza alla famiglia del bambino: “I fuochi d’artificio di questa sera saranno dedicati ad Alessandro che tanto li amava, secondo la volontà espressa dalla sua mamma e dalla sua famiglia. Un lutto gravissimo che ha colpito tutta la comunità follonichese. Il giorno del funerale proclameremo il lutto cittadino per l’ultimo saluto al piccolo Alessandro. I nostri cuori, il nostro affetto e i nostri pensieri sono tutti per la sua famiglia e per gli amici che hanno subito questa grave perdita”.