Home Esteri: Ultime notizie dal Mondo

Coccodrillo uccide e mangia un bambino di 10 anni, papà recupera i suoi resti: è orrore nel sud-est asiatico

CONDIVIDI

Nella città filippina di Balabac, luogo famoso anche per la presenza di coccodrilli, un bambino di 10 anni  stato ucciso e divorato da uno di questi rettili Il papà, dopo una ricerca, ha trovato i suoi resti

Un bambino di 10 anni è stato ucciso e poi mangiato da un coccodrillo che lo ha aggredito mentre il piccolo si trovava in barca, insieme ad alcuni membri della sua famiglia che- inorridita- ha assistito alle fasi della tragedia. Dopo una ricerca del piccolo, il papà ha recuperato alcune parti del suo corpo: una gamba e la testa. Il dramma si è consumato nelle acque al largo di Balabac, una città delle Filippine nota per gli attacchi dei coccodrilli nei confronti degli umani. La vicenda è stata riportata dal Daily Star.

Coccodrillo uccide e mangia un bambino di 10 anni, pescatore ritrova i resti del piccolo in una palude

Orrore a Balabac, nelle Filippine. Un bambino di 10 anni, che si trovava in barca insieme ai suoi fratelli, è stato trascinato in acqua da un coccodrillo che lo ha ucciso e sbranato. I fratelli ha assistito, inermi e inorriditi, all’attacco del rettile d’acqua salata. Le ricerche del bimbo aggredito si sono protratte per tutta la notte, poi un pescatore ha finalmente avuto la conferma che non si poteva fare più niente per lui: l’uomo ha trovato in una palude i resti del corpo del piccolo, e cioè la sua testa e una gamba. La Polizia locale ha dato conferma del rinvenimento dei resti del bambino e ha affermato che la scoperta è stata fatta nella giornata di martedì scorso.

Coccodrillo uccide e mangia un bambino di 10 anni, la dinamica dei fatti

Secondo la ricostruzione dei fatti, basata su quanto hanno raccontato i fratelli del bimbo ucciso, il piccolo si trovava in barca con i suoi due fratelli quando l’animale lo ha catturato. Il piccolo era seduto sulla parte posteriore della barca . A Balabac, dal 2015 in poi non c’è stato anno in cui almeno un coccodrillo non abbia attaccato un essere umano. Questo perché gli uomini e le loro abitazioni si sono sempre più avvicinati agli habitat dei coccodrilli, e la cosa ha reso gli attacchi più frequenti.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram