Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Caso Open Arms, i migranti non sono malati? La Polizia interrogherà medico di Lampedusa

CONDIVIDI

Viminale dà il via libera allo sbarco dei minoriSarà presto interrogato dalla Polizia il medico di Lampedusa responsabile del poliambulatorio dell’isola. Al vaglio della Procura i referti che hanno certificato che i migranti della Open Arms non sarebbero malati, così come sostenuta dai medici del Cisom

13 migranti sono sbarcati dalla Open Arms nella giornata dello scorso 16 agosto 2019, apparentemente per un’emergenza sanitaria che invece pare non ci sarebbe. A stilare dei referti che vanno in questa direzione, e da cui emergerebbe soltanto un caso di otite a carico di un minore, sono stati due medici che operano al fianco di Francesco Cascio. Il responsabile del poliambulatorio di Lampedusa, al ritorno dalle vacanze, sarà ascoltato sulla vicenda dalla Polizia giudiziaria, su ordine della Procura di Agrigento. Ecco il punto della situazione fatto da Il Giornale.it.

Migranti malati o no sulla Open Arms? Due tipologie di referti medici esistenti

I medici del Cisom saliti a bordo della Open Arms per vagliare le condizioni sanitarie dei migranti, avevano riscontrato 13 casi gravi tra i migranti trasportati dalla nave verso le coste italiane. Situazione che è stata smentita dai referti stilati da due medici che operano insieme a  Francesco Cascio, il medico responsabile del poliambulatorio di Lampedusa. I medici, che hanno visitato le stesse persone, hanno riscontrato soltanto un caso di otite ai danni di una migrante minorenne.

Adesso, proprio a causa di questi referti, il medico sarà presto ascoltato dalla Polizia nell’ambito dell’inchiesta aperta dalla Procura di Agrigento. Probabilmente, il motivo che spinge la Procura a fare determinati accertamenti è la necessità di fare chiarezza su due valutazioni mediche così diverse tra loro. Francesco Cascio, da parte sua, teme che tale risvolto della vicenda sia indotto da motivazioni politiche: per lui, così come riportato da Il Giornale, è “da pazzi pensare che io abbia fatto una marchetta a Salvini”. Il medico non conosce la situazione sanitaria attualmente vigente sulla nave, ma ha detto di fidarsi dei due medici che hanno visitato i 13 migranti sbarcati.

Migranti malati o no sulla Opena Arms? Le dichiarazioni del medico a Adnkronos

La notizia del futuro interrogatorio a cui dovrà sottoporsi ha raggiunto il medico, che non è rimasto affatto indifferente di fronte al fatto che sia stato messo in dubbio il suo operato. Anzi. “In questa polemica c’è qualcosa che non quadra. Poi se vogliono dire che sono stato cuffariano facciano pure, non mi importa. Ma i fatti sono quelli. Ho avuto di peggio nella mia vita… Queste polemiche sui referti medici delle persone visitate fanno semplicemente vomitare. Non riesco a capire come nasce. La mia unica colpa quale sarebbe? Quella di avere fatto politica? Io ormai sono fuori dalla politica, da anni, e faccio il medico“, ha dichiarato Francesco Cascio ai microfoni di Adnkronos.

Il medico ha dichiarato, inoltre: “È forse qualcosa che possa avere indirizzato io? Se qualche cretino pensa che io possa fare certificare a medici referti fasulli non posso farci niente. Io non ho più le energie, è diventato imbarazzante. È colpa mia se stavano bene? Ma ribadisco che non l’ho certificato io ma due medici di cui uno con 40 anni di attività di Pronto soccorso“.

Seguiranno eventuali ulteriori aggiornamenti sulla vicenda.

Maria Mento

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram